Inge Lehmann, il doodle e i terremoti

127 anni fa oggi nasceva Inge Lehmann, una geofisica danese fondamentale per gli studi sul nuceo terrestre e i terremoti. Google decide di celebrarla anche a motivo dei due terremoti che hanno colpito il Nepal.

inge-lehmann-doodle
|

Inge Lehmann e l'anniversario della sua nascita sono entrati stamattina nei nostri computer, tablet e smartphone. Ce li ha portati Google che nel suo doodle di oggi, 13 maggio 2015. Inge Lehmann era nata infatti 127 anni fa (il 13 maggio 1888) ed è stata una delle più importanti geofisici della storia.

 

Gli autori del doodle hanno spiegato il loro disegno e il legame tra gli studi di Inge Lehmann e i terremoti con queste parole:

 

Le notizie di una nuova scossa di terremoto in Nepal creano un triste contesto intorno a questo post, e ci ricordano dell’importanza della scienza nella previsione dei terremoti al fine di salvare un maggior numero di vite.

 

Gli studi di Lehmann sono uno dei tasselli più importanti per capire che cosa c'è sotto terra e come si scatenano i terremoti (leggi approfondimento).

 

Nel 1936 analizzando i dati raccolti dai sismografi durante alcuni terremoti in Nuova Zelanda, ipotizzo che il nucleo della Terra fosse suddiviso in due parti: una interna, che in base alle conoscenze attuali dovrebbe essere solida, e una esterna (quella scoperta da Richard Dixon Oldham), che presumibilmente si comporta come un fluido.

 

Oltre alla teoria delle due parti del nucleo, Inge Lehmann riuscì a spiegare e interpretare le cosiddette onde P, un tipo particolare di onde sismiche che sono molto veloci (e dunque le prime ad essere registrate dai sismografi).

 

Negli ultimi anni della sua vita Inge Lehmann si traferì negli Stati Uniti Morì a Copenhagen il 21 febbraio 1993, a 105 anni.

 

Il fatto di avere portato a conoscenza di molti una scienziata forse meno conosciuta, ma i cui studi sono stati fondamentali per la conoscenza del centro della Terra, è un merito che va dato a Google.

 

Sul tema vale la pena leggere anche questi approfondimenti

 

 

13 maggio 2015