Scienze

In Cina si prova a predire i terremoti con gli animali

Prevedere l'arrivo di un terremoto grazie all'osservazione degli animali è un metodo antico che però finora ha dato risultati molto parziali, poco scientifici e assolutamente inutilizzabili per evitare vittime. Ora però in Cina si vuole provare scientificamente se questa strada è davvero percorribile.

La ricerca di elementi utili a predire l’arrivo di un violento terremoto sta percorrendo molte strade. Dallo studio delle correnti elettriche nei terreni che talora si formerebbero all’avvicinarsi di un sisma, alle alterazioni nella ionosfera causate da fenomeni elettrici nei suoli, fino alla fuoriuscita di gas dal suolo (vedi). Ma al momento nessuno è in grado di essere utilizzato in modo scientifico per prevedere l’arrivo di un terremoto.

ANCHE GLI ANIMALI. Tra i vari sistemi allo studio c'è anche l'osservazione del comportamento di alcuni animali che, all’avvicinarsi di un evento sismico, avrebbero comportamenti anomali.

Non sono pochi i racconti di polli che hanno cercato di volare su rami di alberi poco prima di un sisma; di rospi che abbandonano i propri stagni (famoso è il caso di un simile evento prima del sisma dell’Aquila); o ancora di serpenti che fuoriescono dalle loro tane e fuggono senza meta.

Di fronte a questi racconti episodici, il governo cinese ha chiesto ad alcuni ricercatori di verificare tutto ciò e soprattutto di capire se davvero gli animali possono aiutarci nel prevedere un sisma.

Dave Huth, CC BY
Pochi giorni prima del sisma dell'Aquila alcuni ricercatori che stavano studiando i rospi osservarono una loro inspiegabile fuga dagli stagni dove vivevano © Dave Huth, CC BY

FATTORIE SISMICHE. Così il centro sismologico della città di Nanjing ha trasformato sette allevamenti di animali in stazioni sismiche. Altre sette dovrebbero presto unirsi alla prima lista. In ogni allevamento devono esserci almeno 3 specie diverse di animali d’allevamento.

Agli allevatori che hanno aderito alla ricerca è stato chiesto di compilare un questionario due volte al giorno su cui viene riportato il comportamento degli animali.

Ci si potrebbe chiedere perché non vengano utilizzati gli zoo, dove il numero di specie è generalmente elevato. Perché, dicono i ricercatori, gli animali presenti negli zoo pesentano spesso comportamenti anomali che sono dettati dalla presenza dei turisti e questo potrebbe fortemente confondere le idee.

Vari animali domestici hanno mostrato comportamenti anomali prima di un sisma: dai polli ai canarini, dai cani ai maiali. © Brian Collins/USFWS/flickr, CC BY

Secondo il centro sismologico cinese, la cui area è particolarmente colpita da frequenti sismi (l’ultimo, verificatosi alcuni giorni or sono, ha causato 3 morti), ci vorranno alcuni anni prima di avere risultati di valore scientifico, ma se questi arriveranno potrebbero essere di grande aiuto alla popolazione, soprattutto per quella che vive nelle aree rurali.

9 luglio 2015 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us