Scienze

Il vino lo assaggia un robot

Più preparato di un sommelier, più attento di un intenditore, dal Giappone arriva il robot dal “palato” sensibile capace di scoprire se quello che è scritto sull’etichetta è vero.

Il vino lo assaggia un robot
Più preparato di un sommelier, più attento di un intenditore, dal Giappone arriva il robot dal “palato” sensibile capace di scoprire se quello che è scritto sull’etichetta è vero.

Rosso, bianco o rosato. Amabile, fruttato o
corposo. Un giorno le caratteristiche di un
vino potrebbero essere elencate da un robot.

Un rosso corposo dal sapore fruttato e con un leggero sentore di rosa canina? Da oggi forse potremo fare a meno delle curiose descrizione a cui i sommelier fanno ricorso per tessere le lodi di un barbera o di un grignolino. La “colpa” è, ancora una volta, dei giapponesi. Alcuni scienziati dei laboratori della Nec, a Tokyo, hanno infatti messo a punto un’apparecchiatura in grado di “assaggiare” i vini così che negozianti e clienti possano sapere con certezza se ciò che stanno vendendo o bevendo è effettivamente quello che leggono sull’etichetta.

Palato elettronico
Per funzionare, al sommelier-robot bastano solo cinque millilitri di vino da versare in un apposito contenitore. Alcuni diodi luminosi emettono quindi una luce infrarossa che colpisce il campione sotto esame mentre un sensore ottico analizza la luce riflessa. Il tutto viene elaborato da un microcomputer che, esaminando le lunghezze d’onda che il vino ha trattenuto, è in grado di identificare i componenti di 30 tra i più famosi vitigni. Dal momento che le combinazioni di questi componenti sono tipiche solo di alcune zone, l'assaggiatore-robot è anche in grado di determinare la provenienza del vino in esame.

Stop alle frodi
Alla base di questo curioso prototipo c’è un’esigenza ben precisa: quella di velocizzare e semplificare l’analisi del vino non tanto nei ristoranti e nelle enoteche quanto in fase di commercializzazione: le frodi a danno del buon vino sono infatti molto frequenti, ma le analisi attualmente svolte, che fanno uso tutte di palati umani, sono lunghe e complesse. Per il prossimo futuro Nec ha in previsione di estendere il numero di vini identificabili: un’evoluzione necessaria viste le diversissime sfumature di gusto dei vari vini presenti sul mercato.

(Notizia aggiornata al 31 luglio 2006)

31 luglio 2006
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Chi erano i gladiatori? Davvero lottavano sempre all’ultimo sangue? Con quali armi e tecniche combattevano? Perché gli imperatori investivano una fortuna sui loro spettacoli di morte? Entriamo negli anfiteatri della Roma imperiale per conoscere da vicino gli atleti più famosi dell’antichità. E ancora: come la moda del Novecento ha ridato la libertà alle donne; alla scoperta di Monte Verità, la colonia sul lago Maggiore paradiso di vegani e nudisti; i conflitti scoppiati per i motivi più stupidi; la guerra al vaccino antivaiolo dei primi no vax; le Repubbliche Sorelle.

ABBONATI A 29,90€
Focus e il WWF festeggiano insieme il compleanno: Focus è in edicola da 30 anni e il WWF si batte da 60 per la difesa della natura e degli ecosistemi. Insieme al WWF, Focus è andato nelle riserve naturali e nei luoghi selvatici del mondo per scoprire come lavorano i loro ricercatori e volontari per aiutare la Terra e i suoi abitanti. Inoltre: perché i cicloni sono sempre più violenti; perché la miopia sta diventando un'emergenza globale; come sarebbero gli alieni (se esistessero).
ABBONATI A 29,90€
Follow us