Scienze

Il pesce d'aprile del CERN

Da oggi il sito e tutte le comunicazioni ufficiali del CERN saranno scritte in Comic Sans, il font un po' pacchiano usato per comunicare la scoperta del Bosone di Higgs. Ovviamente è un pesce d'aprile, forse scontato, ma molto divertente.

«Da oggi, tutti i canali ufficiali di comunicazione del CERN stanno passando all'uso esclusivo del font Comic Sans. La mossa arriva dopo settimane di incontri tra il management del CERN e i migliori web designer sul modo migliore per aggiornare l'immagine del laboratorio che quest'anno compie 60 anni». Così recita una pagina del CERN che ha tutta l'aria (anzi ne siamo certi) di un pesce d'aprile.
Ma tutto il sito del CERN - da oggi - è scritto con il font progettato da Microsoft per imitare il carattere dei fumetti (in inglese, comic). Domani siamo sicuri tornerà a più degni font.

L'annuncio è stato affidato all'italiana Fabiola Gianotti (vedi video sotto), già portavoce dell'esperimento Atlas e colei che - il 4 luglio 2012 - ha annunciato al mondo la scoperta del Bosone di Higgs, con un powerpoint scritto con il font Comic Sans. Lasciando basiti sia il mondo della scienza (per la scoperta) sia quello del design (per la scelta del font).

[Guarda i 5 pesci d'aprile più clamorosi]





In realtà la questione dei caratteri ha una sua importanza (al di là dello scherzo o della eventuale autorevolezza di una comunicazione in Comic Sans). Un ragazzo di 14 anni, negli Stati Uniti ha realizzato una ricerca sul consumo di inchiostro in funzione del font utilizzato. Ha scoperto che se il governo federale degli Stati Uniti e dei singoli stati che lo compongono utilizzassero solo il font Garamond si potrebbero risparmiare 400 milioni di dollari di inchiostro.
1 aprile 2014
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Settant’anni fa agli italiani arrivò un regalo inaspettato: la televisione. Quell’apparecchio – che pochi potevano comprare e quindi si vedeva tutti insieme – portò con sè altri doni: una lingua in comune, l’intrattenimento garantito, le informazioni da tutto il mondo. Una vera rivoluzione culturale e sociale di cui la Rai fu indiscussa protagonista. E ancora: i primi passi della Nato; i gemelli nel mito e nella società; la vita travagliata, e la morte misteriosa, di Andrea Palladio; quando, come e perché è nato il razzismo; la routine di bellezza delle antiche romane.

ABBONATI A 29,90€

I gemelli digitali della Terra serviranno a simularne il futuro indicando gli interventi più adatti per prevenirne i rischi ambientali. E ancora, le due facce dell’aggressività nella storia dell’evoluzione umana; com’è la vita di una persona che soffre di balbuzie; tutti gli strumenti che usiamo per ascoltare le invisibili onde gravitazionali che vengono dall’alba dell’universo; le pillole intelligenti" che dispensano farmaci e monitorano la salute del corpo.

ABBONATI A 31,90€
Follow us