Scienze

Il nucleare del futuro è minimal

Hyperion promette reattori grandi come frigoriferi.

Stando alle ultime notizie, le aziende che producono energia atomica sono in fermento. Il nucleare sta vivendo una nuova primavera, a causa della sempre maggiore richiesta di energia elettrica, ottenuta con fonti diverse dai normali combustibili fossili.

“Hyperion promette un reattore nucleare grande come un frigorifero!”

Reattore in giardino – La società americana Hyperon Pover Generation è specializzata nella produzione di energia nucleare e prospetta, entro un anno, di produrre unità in grado di dare energia a piccole fabbriche e agglomerati urbani, soprattutto rivolgendosi a quei luoghi che sono peggio connessi alla normale rete elettrica. Il modello di business è una mini-rete elettrica alimentata da una piccola centrale, per mezzo di un reattore nucleare che è grande quanto un… frigorifero.

Business del futuro? – Stando agli studi della società, il mercato dell’energia nucleare prodotta in autonomia da privati e aziende, sarebbe molto vasto. In pratica è la domanda di energia che traina l’offerta di soluzioni non convenzinali: solo ieri Jacktech ha illustrato la possibilità di alimentare i computer delle grandi aziende del web con i biogas, oggi addirittura si apre lo scenario di un piccolo reattore nucleare costruito sotto un marciapiede. E la società dichiara di avere già circa 150 commissioni, in gran parte da aziende delle telecomunicazioni e società minerarie.

Piccolo è meglio – Gli ingegneri di Hyperion non sono gli unici a pensare a queste nuove dimensioni per i reattori del futuro: anche la giapponese Toshiba e altri produttori statunitensi, come la General Electric, stanno pensando che è ora di ridimensionare la tecnologia per il nucleare.

21 maggio 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us