Scienze

Il nonno è un oritteropo

Il patrimonio genetico di uno strano animale africano è quello che ha subito meno modifiche.

Il nonno è un oritteropo
Il patrimonio genetico di uno strano animale africano è quello che ha subito meno modifiche.

L'oritteropo è il mammifero con il patrimonio genetico meno modificato dall'evoluzione.© Proceedings of the National Academy of Sciences
L'oritteropo è il mammifero con il patrimonio genetico meno modificato dall'evoluzione.
© Proceedings of the National Academy of Sciences

Con un risultato sorprendente, alcuni biologi hanno scoperto che il patrimonio genetico più simile a quello degli antenati dei mammiferi appartiene a una strana specie africana mangiatrice di termiti, l'oritteropo. Questo non significa ovviamente che l'animale (il cui nome latino è Orycteropus afer) sia veramente l'antenato di tutti i mammiferi, ma solo che il suo patrimonio genetico ha subito meno “rimescolamenti” di tutte le altre specie. L'oritteropo è un animale notturno e vive in tutta l'Africa a sud del Sahara; esce di notte per rompere i nidi di termiti e mangiarne gli abitanti.
È parente alla lontana di elefanti e dugonghi (strani erbivori marini), e insieme ad essi e poche altre specie forma un gruppo di mammiferi che sono stati definiti Afrotheria. La disposizione dei geni nei cromosomi di questi animali si è conservata, nel corso dell'evoluzione, più che in tutti gli altri mammiferi, e per questo gli afroteri sono considerati più primitivi degli altri mammiferi. Tra di essi, il più simile come struttura dei geni ai nostri antenati comuni, che vissero un centinaio di milioni di anni fa, è proprio l'oritteropo.

(Notizia aggiornata al 28 gennaio 2003)

24 gennaio 2003
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us