Il naso umano può captare mille miliardi di odori

Il nostro olfatto è più sviluppato di quanto si credesse finora: sono circa un trilione le fragranze e le puzze che riusciamo a percepire. Anche se sull'accuratezza e sulla capacità di descrivere gli odori dobbiamo ancora lavorare...

th_462286999
Sono mille miliardi, gli odori che riusciamo a percepire. Anche se a volte ne faremmo volentieri a meno. Photo: Thinkstock

L'aroma fresco ed estivo del limone, quello pungente del caffè, il profumo inconfondibile del mare... la lista potrebbe continuare all'infinito: sono infatti un trilione gli odori che l'olfatto umano riesce a captare, molti di più rispetto ai 10 mila che si credeva percepisse finora.

Insomma il nostro "fiuto", spesso relegato a senso di terz'ordine, funziona piuttosto bene, benché non raggiunga, per raffinatezza, le vette toccate da quello - per esempio - dei cani.

Curiosità... sensazionali

Quali sono gli odori più sexy e le puzze più devastanti? Quali profumi ci spingono a comprare? Perché l'odore delle cipolle ci fa piangere?

Tutto quello che vorresti sapere sull'olfatto

 

Calcolo ingeneroso
Gli esseri umani percepiscono gli odori attraverso le molecole olfattive presenti nell'aria, che si legano ai recettori nel naso e vengono "letti" dal cervello.

L'ultima stima della quantità di odori riconoscibili dall'uomo risale al 1927 ma non era mai stata verificata sperimentalmente: si parlava di circa 10 mila odori, molto meno dei colori percepiti dall'occhio (diversi milioni) e dei 350 mila suoni avvertibili dalle orecchie.

L'olfatto, del resto, è difficile da misurare, perché ciascuno degli odori che "sniffiamo" è composto da decine di diverse molecole, ciascuna associata a uno o più recettori.

Un super naso
Per vederci più chiaro Andreas Keller e i suoi colleghi della Rockefeller University di New York hanno utilizzato 128 molecole odorifere di base per creare nuovi odori, risultanti dalla combinazione di 10, 20 o 30 diverse molecole. Quindi hanno sottoposto a 26 volontari non specialisti 264 combinazioni di 3 diversi odori (due uguali e uno diverso) e chiesto loro di distinguere le coppie dall'intruso. Prova dopo prova, attraverso complessi calcoli matematici, gli scienziati sono arrivati al numero di odori che il naso umano riesce a distinguere: mille miliardi circa, una cifra pazzesca rispetto al valore precedente.

Questione di naso

L'olfatto è il più antico dei sensi. Gli animali lo esercitano in modi strani e curiosi come vi raccontiamo nel numero 258 di Focus in edicola fino al 17 aprile (e in digitale per sempre).


Talloni di Achille
Il test ha anche dimostrato che riusciamo a capire che due odori sono diversi solo se i loro componenti variano di più del 50%. La dimostrazione che la "risoluzione" del nostro olfatto non è sopraffina, perché occorre cambiare un gran numero di componenti odoriferi per farci definire un odore "diverso".

Un altro limite è che, pur distinguendo un altissimo numero di fragranze, non riusciamo a definirle altrettanto accuratamente a parole: studi precedenti hanno dimostrato che solo la metà delle persone è in grado di descrivere verbalmente anche gli odori più comuni, forse - è stato ipotizzato - perché i segnali olfattivi non passano per le aree cerebrali deputate al linguaggio.

Ti potrebbero interessare anche:

Perché gli odori non sono uguali per tutti
Come il cervello legge gli odori
Perché i piedi puzzano di formaggio?
Quanti tipi di odori esistono?

odori esistono?

24 Marzo 2014 | Elisabetta Intini