Scienze

Il MIT presenta il ghepardo robot

Veloce e silezioso come il suo alter ego felino, il nuovo robot del MIT potrebbe presto eguagliarne le prestazioni. Ed è anche green.

Un team di ricercatori del MIT, capitanati dal professor Sangbae Kim, ha realizzato un ghepardo robot in grado di galoppare sulle 4 zampe a oltre 15 km/h di velocità (per ora).

Tecnologia che galoppa. A dirla tutta questo robot del ghepardo ha ben poco: non le sembianze, non la velocità (in natura questi animali possono accelerare fino a 110 km/h) nè tantomeno l’agilità. Eppure potrebbe rappresentare un punto di svolta nella progettazione degli automi del futuro.

I primi test condotti sul campo sembrano decisamente promettenti: il ghepardo robot ha raggiunto i 15 km/h di velocità e secondo gli scienziati già questa versione potrebbe presto superare il muro dei 50 km/h.

4 volte in gamba. A differenza di altri "ghepardi robot" realizzati da altri laboratori (quello di Boston Dynamics e quello del Politecnico di Losanna), il suo segreto è nelle zampe: ciascuna di esse è controllata da un algoritmo che ne regola la forza scaricata al suolo dai motori con l’obiettivo di mantenere una certa velocità. In generale, maggiore è la velocità che si vuole raggiungere maggiore è la forza che viene esercitata.

Secondo il professor Kim è lo stesso approccio meccanico utilizzato, in modo incoscio, dai grandi velocisti come Usain Bolt. Il robot insomma, pur galoppando con una cadenza piuttosto lenta, riesce a “volare” compiendo lunghi balzi tra un appoggio e l’altro (visibile nel video al minuto 1:11). Questo sistema gli permette di essere molto stabile anche su terreni sconnessi e di non perdere l’equilibrio nemmeno quando affronta ostacoli.

Nessun inciampo. «La maggior parte dei robot è lenta e pesante e questo non permette un pieno controllo della loro forza quando si muovono ad alta velocità» spiega Kim.

Nel suo ghepardo meccanico invece la forza viene controllata solo nel momento dell’impatto: in questo modo la macchina riesce ad essere stabile, agile e molto veloce. E la mancanza di delicati sensori nelle zampe la rende molto più robusta dei suoi simili.

Eco robot. A differenza dei robot quadrupedi convenzionali il ghepardo di Kim non è nemmeno assetato di energia: è infatti alimentato da motori elettrici ad alta efficienza invece che da motori a gasolio ingombranti e pesanti.

L’algoritmo messo a punto dai ricercatori permette di ottimizzare la velocità del ciclo di movimento di ogni zampa rispetto alla forza necessaria alla propulsione. Il risultato è un robot silenzioso ed efficiente come un felino in carne e ossa.

18 settembre 2014 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us