Che cosa dobbiamo aspettarci dalla scienza per il 2015

L'anno appena iniziato promette importanti traguardi nel campo della Fisica, della sanità mondiale e della tutela dell'ambiente. Vediamo quali saranno le principali conquiste che raggiungeremo secondo gli esperti di Nature e BBC. Guarda anche le 15 missioni spaziali da seguire nel 2015

tunnelreu_rtx15oz7reu_rtr47qfbdawn-in-hamo-1201318_hok_francis_crickcon_42-51781921lpf_ready_to_go_incon_42-46205787con_h_3.00495616sikuliaq-launch-1024x739reu_rtr3ac5dApprofondimenti
tunnel

Il ritorno dell'LHC. Dopo 2 anni di stop e un nuovo, gradito nome nella posizione di Direttore Generale, il CERN di Ginevra si prepara a far ripartire, a marzo, il Large Hadron Collider. L'acceleratore di particelle ricomincerà a tutta birra, lavorando a una potenza di 13 teraelettronvolt (quasi il doppio di quanto tentato in precedenza) per rivelare i fenomeni che completano l'attuale modello di fisica delle particelle. Se un tale dispendio di forze non dovesse bastare a svelare nuove particelle super pesanti, l'attuale teoria della supersimmetria (secondo la quale ogni particella nota avrebbe una corrispondente supermassiva nel mondo subatomico), già in discussione, potrebbe perdere ulteriormente popolarità.

reu_rtx15oz7

Un nuovo accordo sul clima. Già nel 2014 Cina e Stati Uniti, i due maggiori paesi inquinanti per emissioni di gas serra, hanno accettato importanti limitazioni alla quota di gas che possono emettere. A dicembre 2015 si terrà, a Parigi, la COP21, la Conferenza delle Nazioni Unite sul clima durante la quale si spera di poter raggiungere un accordo significativo e legalmente vincolante che possa entrare in vigore a partire dal 2020, allo scadere del Protocollo di Kyoto.

reu_rtr47qfb

La fine di Ebola? Se il 2014 ne ha determinato l'ascesa, il 2015 potrebbe essere l'anno decisivo per fermare la peggiore epidemia di Ebola di sempre (il nostro speciale sul virus). Entro giugno dovrebbero arrivare i risultati delle prime sperimentazioni dei vaccini (qualche dato è già trapelato) mentre migliorano le capacità di identificare e isolare i pazienti contagiati. Promettenti anche le cure a base di trasfusioni del sangue, ricco di anticorpi, dei pazienti guariti.

dawn-in-hamo-1

Verso i pianeti nani. L'anno appena passato è stato quello delle comete. Il 2015 sarà quello dei pianeti nani: a marzo, la sonda della Nasa Dawn entrerà nell'orbita di Cerere, il corpo più massiccio presente nella fascia degli asteroidi tra Marte e Giove. Si pensa che il pianeta nano abbia riserve di ghiaccio sotto alla sua crosta. A luglio, dopo un viaggio di 5 miliardi di km, un'altra sonda dell'agenzia spaziale USA, New Horizons, raggiungerà Plutone, per osservarne le lune e l'atmosfera (tutto sulle missioni spaziali previste per il 2015).

201318_hok_francis_crick

Laboratori di ricerca nuovi di zecca. Il 2015 vedrà l'apertura di importanti istituti di ricerca, come il Francis Crick Institute (qui in un rendering), un laboratorio di ricerca biomedica a forma di cromosoma, che darà lavoro, a Londra, a 1250 ricercatori; o il National Graphene Institute, a Manchester, finanziato dal governo britannico con 61 milioni di sterline (oltre 77 milioni di euro) per creare la cosiddetta "città del grafene", un polo di ricerca d'eccellenza su questo materiale. A Seattle aprirà invece l'Allen Institute for Cell Science, finanziato dal milionario co-fondatore di Microsoft Paul Allen, per lo studio delle cellule umane.

con_42-51781921

Nuovi farmaci contro il colesterolo. Una nuova classe di terapie per la lotta al colesterolo, con molecole in grado di ridurre i livelli di lipoproteine a bassa densità (LDL) che prendono di mira una proteina chiamata PCSK9, ha dato buoni risultati nei primi trial clinici e sarà valutata la prossima estate dalla Food and Drug Administration americana. Se approvati, i farmaci rappresenterebbero armi essenziali nella lotta a ictus e infarti causati dalle lipoproteine, particelle costituite da grassi e proteine responsabili del trasporto dei lipidi nel corpo.

lpf_ready_to_go_in

A caccia di onde gravitazionali. La ricerca delle "increspature" nel tessuto dello spazio-tempo, ossia delle onde gravitazionali teorizzate da Einstein - la forza più elusiva che permea l'Universo - si arricchisce di due strumenti in più. Entro fine anno torneranno a funzionare, dopo uno stop dovuto a necessità di aggiornamento, i sensori del Laser Interferometer Gravitational-Wave Observatory (o osservatorio interferometro laser delle onde gravitazionali) posizionati a Richland, Virginia, e Livingstone, Luisiana. Il prossimo autunno sarà inoltre lanciata la prima dimostrazione tecnologica del LISA Pathfinder dell'ESA, l'interferometro per la rivelazione di onde gravitazionali (nella foto) la cui missione principale è prevista per il 2034.

con_42-46205787

A tu per tu con un nostro antenato. Nel 2013 è stato sequenziato il DNA mitocondriale di un ominide della grotta spagnola di Sima de Los Hueso, una creatura vissuta 400 mila anni fa il cui genoma è considerato il più antico DNA umano mai ritrovato. Quest'anno si spera - ma l'impresa è titanica, per la scarsità di DNA nucleico - di decodificare anche il resto del suo genoma, per chiarire ulteriormente le relazioni tra Homo Sapiens, Neanderthal e Denisoviani. Le ossa di Sima de lo Hueso, ritenute neanderthaliane, sono in realtà geneticamente vicine ai Denisoviani. (Nella foto, un cranio ritrovato nel sito spagnolo).

con_h_3.00495616

Manovre politiche. A maggio i cittadini inglesi saranno chiamati alle urne per eleggere il nuovo Parlamento, che dovrà decidere se permettere o meno la three-parent in vitro fertilization, un tipo di (controversa) fecondazione in vitro che prevede il ricorso al materiale genetico di tre genitori, studiata per evitare la nascita di bambini con gravi malattie ereditarie (nella foto, una banca del seme britannica). Il governo russo riesaminerà la posizione di 450 istituti di ricerca dell'Accademia delle Scienze Russa dopo averle tolto, nel corso del 2013, gran parte della sua indipendenza. L'Unione Europea dovrà invece decidere che cosa fare della poltrona di Consigliere scientifico dell'UE, dopo che la biologa scozzese Lesley Anne Glover, che ricopriva questa posizione, è stata destituita a novembre 2014, quando il Presidente Jean-Claude Juncker ha deciso di non rinnovare questo ruo

sikuliaq-launch-1024x739

Esplorazioni oceaniche. Due navi di ricerca americane, la Sikuliaq (nella foto) della National Science Foundation (NSF), che sarà utilizzata per l'esplorazione dei mari artici, e la Neil Armstrong della Woods Hole Oceanographic Institution, che opererà nel Nord Atlantico, inizieranno le loro esplorazioni. Anche la Germania inaugura quest'anno un nuovo natante per le esplorazioni oceaniche: Sonne. Sarà inaugurata entro maggio l'Ocean Observatories Initiative, istituzione americana che monitorerà lo stato di salute degli oceani. Purtroppo riprenderanno quest'anno anche le cacce alle balene a fini "scientifici" giapponesi, dopo un'interruzione imposta dalla Corte Internazionale di Giustizia.

reu_rtr3ac5d

L'anno del suolo. Il 2015 è stato anche nominato dall'Assemblea delle Nazioni Unite l'Anno internazionale del suolo, per la tutela di uno dei più complessi materiali biologici del pianeta: la terra, fondamentale nutriente per le piantagioni agricole ma anche filtro per l'acqua potabile, serbatoio di carbonio e "casa" per milioni di microrganismi.

Il ritorno dell'LHC. Dopo 2 anni di stop e un nuovo, gradito nome nella posizione di Direttore Generale, il CERN di Ginevra si prepara a far ripartire, a marzo, il Large Hadron Collider. L'acceleratore di particelle ricomincerà a tutta birra, lavorando a una potenza di 13 teraelettronvolt (quasi il doppio di quanto tentato in precedenza) per rivelare i fenomeni che completano l'attuale modello di fisica delle particelle. Se un tale dispendio di forze non dovesse bastare a svelare nuove particelle super pesanti, l'attuale teoria della supersimmetria (secondo la quale ogni particella nota avrebbe una corrispondente supermassiva nel mondo subatomico), già in discussione, potrebbe perdere ulteriormente popolarità.