Scienze

Il materiale anti-riflesso

Nessun raggio luminoso può "rimbalzare" sulla sua superficie: è il materiale messo a punto dai ricercatori del Polytechnic Institute di Troy (Usa). A tutti gli effetti la superficie meno riflettente mai realizzata. I materiali antiriflesso oggi disponibili, impiegati nella realizzazione di obiettivi per macchine fotografiche, occhiali, monitor e alcune strumentazioni da laboratorio, sono in grado di trattenere "solo" il 99% dei raggi luminosi che li colpiscono, lasciando fuori poche ma significative frequenze luminose. Il nuovo materiale, invece, è caratterizzato da uno strato di microscopici bastoncini di silicio duemila volte più sottili di un capello. Queste microstrutture ricoprono come un tappeto erboso l’intera superficie, "attutendo" l'impatto di tutti i raggi luminosi, che scivolano via senza produrre alcun riflesso.
Il risultato all'occhio umano è un materiale nero al 100%. Uno degli impieghi potrebbe essere la realizzazione di obiettivi fotografici molto sensibili, in grado di percepire le più lievi sfumature del viola e del rosso, fino ad ora difficilmente imprimibili su pellicola.

Nella foto: i nano-bastoni su cui la luce “atterra” senza rimbalzare. © E. Fred Schubert and Jong Kyu Kim, Rensselaer Polytechnic Institute

6 marzo 2007
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us