Il magnete in un tubo di rame che sfida la forza di gravità

Lasciato precipitare nel tubo, il magnete rallenta la sua caduta: magia? No, soltanto leggi della fisica (anche un po' complicate).

Non è un incantesimo, ma l'effetto finale è degno di una scena di Matrix. Gli ingredienti di questo esperimento sono un magnete e un tubo di rame: il primo, lasciato cadere nel secondo, frena visibilmente la sua discesa, come se stesse precipitando al rallentatore.

Il motivo è rintracciabile nella cosiddetta Legge di Lenz: avvicinando un magnete a un circuito - in questo caso, un tubo di un materiale conduttore come il rame - la variazione di flusso del campo magnetico genera nel circuito una corrente elettrica indotta. La corrente, a sua volta, dà origine a un campo magnetico che si oppone alla caduta del magnete, contrastando l'effetto dell'attrazione gravitazionale (che lo fa precipitare verso il tavolo).

Ecco perché, cadendo all'interno del tubo, il magnete precipita più lentamente di quanto farebbe se il tubo non ci fosse. Il video è del 2012, ma guardandolo si può facilmente intuire il motivo del suo rinnovato successo sul web.

Ti potrebbero interessare anche:

Le sculture liquide di Sachiko Kodama
Come costruire in casa un monopolo magnetico
Come agisce la calamita?
Come funziona il nastro magnetico?
10 Febbraio 2014 | Elisabetta Intini