Scienze

Il lago di Garda soffocato dalla plastica

Il lago di Garda, il lago Maggiore, il lago di Como… pur non essendo paragonabili ad altri laghi del pianeta per dimensioni essi sono noti un po’ in tutto...

Il lago di Garda, il lago Maggiore, il lago di Como… pur non essendo paragonabili ad altri laghi del pianeta per dimensioni essi sono noti un po’ in tutto il mondo per la loro bellezza, la cultura che sta attorno a loro e per la loro storia. Purtroppo però una ricerca appena pubblicata su Current Biology fa parlare di loro come mondi inquinati dalla plastica. E la notizia sta facendo il giro del mondo. E quel che è peggio è il fatto che tale plastica sta entrando nella catena alimentare che interessa una vasta gamma di invertebrati di acqua dolce. "Oltre a menomazioni di alcuni organi legati all’ingerimento delle materie plastiche scambiate come cibo, molti prodotti chimici associati alla plastica hanno dimostrato di essere cancerogeni, di distruggere il sistema endocrino, o di possedere un’acuta tossicità per moltissimi organismi", ha spiegato Christian Laforsch dell'Università di Bayreuth in Germania. "Inoltre, i polimeri possono adsorbire inquinanti tossici organici idrofobici e trasportare questi composti verso habitat meno inquinati. E i detriti di plastica possono fungere da vettori per il trasporto di specie aliene (ossia di altri luoghi) e malattie". Conseguenze peggiori in pianura I ricercatori hanno studiato in particolare il Lago di Garda come punto di partenza per lo studio di invasi d’acqua dolce e verificare la presenza oggetti di plastica sia di dimensioni microscopiche che macroscopiche. Prima dello studio i ricercatori erano certi che l’inquinamento trovato sarebbe stato molto limitato data la loro posizione geografica. Ma la realtà è ben diversa. Ciò che hanno scoperto infatti, è stata una sorpresa: la quantità di particelle di plastica microscopica presente nei campioni di sedimenti dal lago di Garda è simile a quella trovata negli studi eseguiti nei sedimenti marini della spiaggia di mare.
E date le dimensioni,le particelle di microplastica sono certamente ingerite dagli organismi che vivono nel lago. La prova è venuta da ricerche condotte in laboratorio, dove gli stessi organismi presenti nel lago posti in acqua inquinata (vedi foto qui a fianco) come quella del lago di Garda, assumono grandi quantità di particelle di microplastica. Le conseguenze di tutto ciò, secondo i ricercatori, sono gravi sia dal punto di vista ecologico che economico. "La semplice esistenza di particelle di microplastica in un lago subalpino suggerisce una rilevanza ancora maggiore di particelle di plastica nelle acque di pianura", ha detto Laforsch. Per questo motivo egli raccomanda ulteriori ricerche e linee guida di sorveglianza per il controllo della contaminazione di microplastica in ecosistemi di acqua dolce, come già richiesto per sistemi marini. Ovviamente tutti noi possiamo fare qualcosa evitando di fare arrivare plastica nei laghi, anche perché sembrerebbe che l’origine prima di tale inquinamento siano i contenitori di plastica di largo consumo.

8 ottobre 2013 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us