Focus

Il "dragone fangoso": il nuovo dinosauro-uccello

Rinvenuto in Cina il fossile di una nuova specie di oviraptorosauro, un dinosauro crestato simile a un uccello, morto nel tentativo di divincolarsi dalla trappola di fango in cui era incappato.

dragonepiumato
Una ricostruzione artistica del Tongtianlong limosus e dell'ambiente fangoso che potrebbe averlo inghiottito (e preservato). | Zhao Chuang

Gli operai impegnati nella costruzione di una scuola nella città di Ganzhou, nel sud della Cina, hanno rinvenuto il fossile di una specie ancora sconosciuta di dinosauro, vissuta e morta poco prima dell'estinzione di massa del Cretaceo.

 

In trappola. L'animale fa parte del gruppo degli oviraptorosauri, creature piumate e crestate molto simili a uccelli, munite di becco e grandi come pecore, incapaci di volare. È stato chiamato Tongtianlong limosus (letteralmente "dragone fangoso sulla strada per il Paradiso") per le curiose circostanze in cui si pensa sia rimasto ucciso: il collo inarcato, il capo sollevato in alto e le ali allargate come nel tentativo di divincolarsi da qualcosa fanno pensare che l'animale stesse cercando di liberarsi da una palude di fango.

 

Il fossile del "dragone fangoso". | Junchang Lu

Prima della catastrofe. Le cariche esplosive usate dagli operai per far saltare le rocce hanno compromesso una parte dello scheletro, ma al di là della sua fine, è l'età del fossile a destare interesse. Vissuto tra i 72 e i 66 milioni di anni fa, il dragone è una fotografia dell'ecosistema appena precedente l'impatto dell'asteroide di Chicxulub, che 66 milioni di anni fa decretò la scomparsa dei dinosauri.

 

Le sue caratteristiche dimostrano che ancora a quell'epoca queste creature si stavano diversificando: solo a Ganzhou sono state trovate, con questa, 6 diverse specie di oviraptorosauri.

 

11 novembre 2016 | Elisabetta Intini