Scienze

Il cervello affamato di energia dei bambini rende l’infanzia più lunga

Un gruppo di ricercatori americani ha capito perché i bambini ci mettono tanto tempo a diventare adulti, rispetto agli altri primati: il cervello dei cuccioli di uomo ha così bisogno di energia che la ruba al corpo che rallenta il suo sviluppo fisico a favore di quello intellettivo.

Sono anni che i ricercatori si chiedono perché gli esseri umani sono i primati con la crescita corporea più lenta e con la fase dell’infanzia più lunga.

Ora un nuovo studio pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences (Pnas) fornisce una risposta a questo interrogativo: nello sviluppo il cervello ha la priorità e, per investire sulla formazione di nuove sinapsi, soprattutto durante l’età prescolare, “ruba” energia all’organismo nella forma di glucosio. E il corpo, per compensare il mancato apporto di zuccheri, rallenta il suo sviluppo.

Cervelli famelici. Lo ha scoperto un gruppo di antropologi della Northwestern University di Evaston, Illinois, studiando le scansioni ottenute da due diversi metodi di indagine: la PET, tomografia a emissione di positroni, che permette di vedere il consumo di glucosio da parte del cervello e la RMI, risonanza magnetica per immagini, che stima il volume del cervello stesso.

Dalle centinaia di scansioni è emerso che l’età in cui il cervello prende più glucosio dall’organismo corrisponde alla fase in cui l’accrescimento rallenta.

Strategia evolutiva. I ricercatori si aspettavamo che il picco di assorbimento di glucosio fosse alla nascita quando le dimensioni relative del cervello sono più grandi rispetto al corpo. Dai dati raccolti è invece emerso che il consumo di glucosio è all’apice intorno ai 4 anni: pari al 66% dell’energia richiesta dal metabolismo a riposo.

Il parere degli antropologi americani è che l’evoluzione, per facilitare lo sviluppo intellettivo e l’apprendimento (fondamentali a questa età), abbia escogitato una pausa nella crescita fisica.

Guarda anche

Viaggio nel cervello
VAI ALLA GALLERY (N foto)

2 settembre 2014 Paola Grimaldi
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us