Ig Nobel 2013: tutti i vincitori

Ecco a chi è andato l'ambito riconoscimento per gli studi più pazzi del mondo accademico. I 10 trionfatori di quest'anno, suddivisi per categoria.

reu_rtx13jbq
Il vincitore dell'Ig Nobel per la Medicina nel suo discorso di ringraziamento. Photo: Brian Snyder/Reuters

La Scienza può essere anche estremamente divertente: ce lo ricorda, ogni anno, l'assegnazione dell'Ig Nobel, la parodia della più prestigiosa onorificenza mondiale per gli studi accademici che prima fanno sorridere (a volte, scompisciare dalle risate) e quindi riflettere.

Anche quest'anno, come nelle passate edizioni (qui tutti i vincitori) i premi non hanno deluso le aspettative. Eccoli suddivisi per categoria.

- FISICA - L'Italia ha tenuto alta la sua bandiera con la ricerca di Alberto Minetti, Professore di Fisiologia Umana presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Milano, che ha dimostrato come, in condizioni di gravità lunare (un sesto di quella terrestre) l'uomo potrebbe camminare sull'acqua per qualche secondo, come fanno i basilischi.
Guarda il video del suo esperimento e ascoltalo mentre racconta il suo studio a Marco Ferrari e Gianluca Ranzini.

- CHIMICA - Premiata un'equipe nippo-tedesca capitanata da Shinsuke Imai per aver dimostrato che i meccanismi che ci fanno piangere quando tagliamo le cipolle sono molto più complessi di quelli finora conosciuti.

- MEDICINA - L'ambito riconoscimento è andato a Masanori Niimi, dellaTeikyo University di Tokyo, e ai colleghi, per aver fornito le prove scientifiche del fatto che i topi che hanno subito un trapianto di cuore sopravvivino più a lungo se ascoltano musica lirica dopo l'operazione. Se la convalescenza è sulle note della Traviata hanno un tasso di sopravvivenza di 27 giorni. Se ascoltano Enya, solo di 11.

- PSICOLOGIA - Al francese Laurent Bègue e colleghi, per aver dato la conferma scientifica di una cosa che sapevamo già: le persone ubriache credono di essere particolarmente attraenti.

- INGEGNERIA DELLA SICUREZZA - Premio postumo a Gustano Pizzo (USA), per aver ideato un sistema per catapultare i dirottatori fuori dagli aerei (dopo averli opportunamente "impacchettati") e paracadutarli a terra dove atterrerebbero direttamente tra le braccia della Polizia.

- BIOLOGIA E ASTRONOMIA - Il premio è stato assegnato a un'equipe internazionale guidata dalla svedese Marie Dacke per aver dimostrato che gli scarabei stercorari, quando perdono la strada di casa, si orientano seguendo la Via Lattea (ne avevamo parlato anche qui).

- ARCHEOLOGIA - Al team di squinternati americani e canadesi che ha pensato bene di mangiare un toporagno cotto intero, ossa comprese. Dimostrando così che il nostro apparato digerente è in grado di sciogliere anche alcune ossa animali.

- PACE - Al presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko, per aver reso illegale applaudire in pubblico. E alla Polizia del suo paese, per aver arrestato un uomo invalido che applaudiva.

- PROBABILITÀ - A un gruppo di etologi di Gran Bretagna e Olanda per due scoperte correlate. La prima: le mucche che giacciono sdraiate più a lungo avranno maggiori probabilità di alzarsi a breve. La seconda: una volta che una mucca si è alzata, è difficile prevedere quando si sdraierà di nuovo.

- SANITÀ PUBBLICA - Al team di medici asiatici che ha firmato un paper su come gestire le tecniche di amputazione del pene in Siam. Specificando che le tecniche citate non valgono nel caso in cui il pene amputato sia stato parzialmente mangiato da un'anatra.

13 Settembre 2013 | Elisabetta Intini