Focus

I vincitori del Nikon Small World 2014

È il più prestigioso premio di microfotografia. E quest'anno, al secondo posto, è arrivata la foto di un ricercatore italiano. Ecco le immagini più belle.

Primo posto Rogelio Moreno, di Panama, ha fotografato un rotifero con un ingrandimento di 40x. I rotiferi sono organismi microscopici (0,1 - 0,5 mm) comuni nelle acque dolci di tutto il mondo.

Secondo posto Alessandro Da Mommio, un dottorando del dipartimento di Scienze della Terra di Milano, ha fotografato queste sfaldature in un cristallo di calcite (10x). Da Mommio ha un sito, Alexstrekeisen.it, il più grande portale italiano di petrografia ottica. «La mia passione per la geologia è nata fin da bambino - spiega Da Mommio a Focus.it -, e durante i miei anni di studio ho sviluppato una grande passione per la petrografia (la scienza che si occupa dello studio e della classificazione delle rocce). A questa grande passione ho unito quella della fotografia. E così, con l'aiuto di Valentina Ciani, una mia compagna di studi, abbiamo creato Alexstrekeisen.it».

Terzo posto Gli occhi (due, ma in totale sono 8) di un ragno saltatore ingranditi 20 volte. La disposizione degli 8 occhi permette al ragno saltatore di avere un campo visivo di quasi 360°.

Quarto posto I piedi di un bruco ingranditi 20 volte. In rosso gli uncini per garantire al bruco la giusta presa.

Quinto posto Una cellula di un arteria polmonare di un bovino. In verde i mitocondi e in giallo il DNA. Per fare questa foto è stato utilizzato un microscopio a super risoluzione.

Sesto posto Flussi liquidi attorno a un corallo della specie P. damicornis. La foto, fatta con un microscopio a fluorescenza, ha un ingrandimento 4x.

Settimo posto Il circuito di un lettore di DVD ingranditi 100 volte.

Ottavo posto Le appendici di un gambero comune ingrandite 100 volte.

Nono posto Ci credereste che questo è prezzemolo (Petroselinum crispum)? Ingrandito 63 volte e colorato per mostrare il nucleo delle cellule, ecco come appare l'ovario del prezzemolo.

Decimo posto Il petalo di una margherita ingrandito 10 volte, con un'infezione fungina e alcuni granelli di polline.

Undicesimo posto Proprio fuori dalla Top Ten un'altra immagine "italiana". È la sezione della lingua di un grillo, ingrandita 25 volte e fotografata da Stefano Barone con la cosiddetta illuminazione di Rheinberg, un particolare filtro che permette di contrastare molto gli oggetti ripresi. Sul sito di Barone si trovano altre foto.

Diciassettesimo posto Una microscopica alga d'acqua dolce, della specie Pleurotaenium ovatum, vista attraverso la luce polarizzata.

Diciottesimo posto Un Centonchio (Anagallis arvensis), una pianta comune in Europa, fotografato con un ingrandimento di 80 volte. Le parti aeree di questo fiore sono particolarmente tossiche per i pennuti.

Menzione d'onore L'occhio di una formica ingrandito 20 volte.

Immagine notevole Il carapace di uno scarabeo tropicale della specie Chrysochroa buqueti situato nella zona vicino all'occhio dell'insetto è stato ingrandito 450 volte, per dare origine a questo scatto dai toni impressionisti.

Immagine notevole La geometrica e poetica precisione di un embrione di fiore, ingrandito 40 volte.

Immagine notevole Sembra un fantasma ma è una pulce d'acqua (specie Ceriodaphnia), fotografata mentre si muove sfruttando la propulsione delle antenne.

Immagine notevole Gli stomi di una foglia di una diffusa pianta ornamentale per vasi pendenti, la Tradescantia zebrina.

Immagine notevole Cloruro di magnesio e allume di potassio visti attraverso un microscopio a luce polarizzata.

Immagine notevole Un fungo del genere Pilobolus, che normalmente cresce nello sterco degli animali erbivori, ingrandito 80 volte.

Immagine notevole La sezione di un ramoscello di Casuarina equisetifolia, un albero sempreverde originario dell'Australia, che raggiunge anche i 20 metri di altezza.

Immagine notevole Fibre di nylon (blu) e poliestere (arancione) fuse, recuperate dal confano di un veicolo dopo un incidente.

Immagine notevole La muscolatura di una larva di teredine (Lyrodus pedicellatus), un mollusco bivalve che scava lunghi cunicoli nei relitti lignei abbandonati in mare ma anche nelle dighe o nei cavi elettrici sommersi, procurando talvolta ingenti danni.

Immagine notevole Un tipo non specificato di acaro ingrandito 100 volte sotto la lente di un microscopio a luce polarizzata.

Primo posto Rogelio Moreno, di Panama, ha fotografato un rotifero con un ingrandimento di 40x. I rotiferi sono organismi microscopici (0,1 - 0,5 mm) comuni nelle acque dolci di tutto il mondo.