I segreti del piccolo cromosoma

Il più piccolo dei cromosomi, ma il più importante per i maschi, è stato letto fino in fondo

2003620161525_14

I segreti del piccolo cromosoma
Il più piccolo dei cromosomi, ma il più importante per i maschi, è stato letto fino in fondo
I cromosomi sessuali (a destra quello femminile - X e a sinistra quello maschile - Y).
I cromosomi sessuali (a destra quello femminile - X e a sinistra quello maschile - Y).

Anche se è il meno evidente dei cromosomi umani, il piccolo Y, “incaricato” della determinazione del sesso maschile, è piuttosto complicato da decifrare.
Ci sono riusciti (pubblicando l'articolo sulla rivista Nature) alcuni ricercatori statunitensi e olandesi, guidati da Helen Skaletsky, che hanno sequenziato l'intero cromosoma Y svelandone alcuni misteri che hanno milioni di anni.
La differenziazione tra i due sessi (maschile e femminile) risale infatti ad almeno a 300 milioni di anni fa, quando due cromosomi identici si diversificarono e uno di essi si incaricò di determinare un sesso diverso da quello “di base”, che per i mammiferi è quello femminile.
 

Perché uomini e donne sono diversi? Se a livello genetico i maschi differiscono dalle femmine per un cromosoma Y, qual è secondo voi la differenza nella vita di tutti i giorni? A voi la parola.

Un cromosoma solitario
Da quel momento il cromosoma Y ha conservato identiche a quello X (il cromosoma femminile) solo alcune zone all'inizio e alla fine della sua lunghezza. Il resto, almeno il 95 per cento, è specifico d sesso maschile, e consiste di sequenze ricche di geni e di molte altre ripetitive e probabilmente prive di ogni significato. Un 10-15 per cento delle sequenze "maschili" sono però ancora uguali a quelle femminili, ma contengono solo un paio di geni; il resto sfilze di ripetizioni senza funzione. Il resto sono sequenze palindrome, che cioè sono uguali se si leggono partendo da una terminazione o dall'altra. All'interno di questi palindromi si trovano le sequenze più interessanti; sono geni che probabilmente aumentano la fertilità maschile.
Curare l'infertilità?
Un'altra scoperta riguarda la ricombinazione dei cromosomi; questo è un meccanismo che permette di aumentare la variabilità, perché i cromosomi si scambiano pezzi di patrimonio genetico prima della formazione delle uova e degli spermatozoi. Ebbene, poiché il cromosoma Y è unico, non può ricombinarsi con quello femminile; deve solo ricombinarsi con se stesso in modo da produrre nuove combinazioni di geni.
Lo studio di questo piccolo cromosoma potrebbe, secondo gli esperti del settore, condurre a una conoscenza maggiore sui meccanismi dell'infertilità maschile, perché tutti i geni che "creano" le caratteristiche del maschio, dai testicoli alla produzione degli spermatozoi, sono nel cromosoma Y.

(Notizia aggiornata al 20 giugno 2003)

 

 

20 Giugno 2003