Scienze

I robot ti riconoscono dalla faccia

Il progetto Lirec sviluppa robot socialmente sensibili.

Nuovi metodi per studiare la percezione del volto, in mostra alla Summer Exhibition organizzata dalla Royal Society Science, potrebbero aiutare gli scienziati a sviluppare una generazione di robot e software in grado di interagire con gli umani ad armi (quasi) pari.

“L’obiettivo del progetto europeo LIREC e sviluppare robot socialmente sensibili”

Volti ed emozioni - Il nostro cervello elabora tantissimi piccoli indizi e micro espressioni sui volti per consentirci di rilevare stati d’animo e interagire con gli altri nel modo giusto. Gli scienziati dell’Università Queen Mary di Londra in collaborazione con UCL (University College London) stanno studiando delle tecniche avanzate per permettere ai robot di fare altrettanto. In occasione dell’annuale Summer Exhibition organizzata dalla Royal Society Science, i visitatori potranno vedere come il cervello interpreta i volti e vedere all’opera le ultime innovazioni nel settore del riconoscimento facciale da parte delle intelligenze artificiali.

Robot sensibili - Peter McOwan, professore presso la School of Electronic Engineering and Computer Science al Queen Mary dell’University of London, spiega gli obiettivi del progetto europeo LIREC che mira a creare robot socialmente consapevoli in grado di interagire con gli esseri umani nel modo più naturale possibile sfruttando le conoscenze nel settore della biologia. I robot, infatti, fanno sempre più parte della nostra vita quotidiana come, per esempio, negli ospedali. Se gli scienziati sono in grado di rilevare e codificare i movimenti facciali in azioni elementari e comprenderne il significato, sarà possibile fare in modo che i robot reagiscano sfruttando correttamente i canali di comunicazione degli umani, quindi sorridere a un sorriso o farsi da parte quando tira una brutta aria.

Silvia Ponzio

Guarda il video

6 luglio 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Oggi il presidente ucraino Zelensky, ieri l'imperatore Claudio, la contessa-guerriera Caterina Sforza, il sindacalista Lech Walesa, il sovrano Giorgio VI... Tutti leader per caso (o per forza) che le circostanze hanno spinto a mettersi in gioco per cambiare il corso della Storia. E ancora: nella Urbino di Federico da Montefeltro, un grande protagonista del Rinascimento; 30 anni fa, la morte di Giovanni Falcone a Capaci; lo scandalo Watergate che costrinse il presidente Nixon alle dimissioni; i misteri, mai risolti, attorno all'omicidio di Giovanni Borgia.

ABBONATI A 29,90€

Il mare è vita eppure lo stiamo sfruttando e inquinando rischiando il collasso dell’ecosistema globale. Per salvarlo dobbiamo intervenire. Come? Inoltre: perché è difficile prendere decisioni; esiste l'archivio globale dei volti; come interagire con complottisti e negazionisti; perché i traumi di guerra sono psicologicamente pesanti.

ABBONATI A 31,90€
Follow us