I protoni non sono sferici

La forma delle particelle subatomiche dipende dal comportamento dei quark.

200344105412_14

I protoni non sono sferici
La forma delle particelle subatomiche dipende dal comportamento dei quark.
La visualizzazione di un protone, con tre quark che lo compongono. A volte la struttura non è perfettamente sferica.
La visualizzazione di un protone, con tre quark che lo compongono. A volte la struttura non è perfettamente sferica.
Può essere una sorpresa per coloro che hanno visto le rappresentazioni degli atomi si libri di fisica, eppure sembra proprio che i protoni non siano perfettamente sferici. O meglio, a riposo il protone ha la forma di una palla, ma in particolari condizioni può avere la forma di una palla più oblunga o deformata. Tutto dipende, secondo alcuni esperimenti condotti da Gerald Miller, dalla velocità e dalla “rotazione” (spin) dei quark, i componenti essenziali delle particelle subatomiche. Se a formare i protoni sono quark lenti, la forma della particella è sferica. Se invece nei protoni ci sono quark molto veloci, i protoni stessi possono prendere forme diverse; a nocciolina, a ciambella, a palla da rugby.
La fisica in bilico. «I quark sono come prigionieri che si muovono velocemente all'interno di una cella; quando vanno a urtare contro un muro, possiamo misurare questo effetto», dice Gerald Miller, uno degli autori del lavoro. La varietà delle forme è quasi infinita, e dipende anche dallo spin del protone che i quark compongono. La prima conseguenza (marginale) di questo lavoro è che molti libri di testo dovranno essere riscritti, o almeno ridisegnati. Ma gli autori non sono sicuri di quale potrebbe essere l'effetto sull'intero corpus delle leggi fisiche.

(Notizia aggiornata al 7 aprile 2003)

03 Aprile 2003