Scienze

I primi mattoni ottenuti da urina umana

Muri portanti fatti di pipì? Studenti sudafricani hanno usato i liquidi di scarto per ottenere bio-mattoni senza inquinare. Con la stessa "materia prima" si producono anche fertilizzanti.

Un gruppo di studenti dell'Università di Cape Town, in Sudafrica, ha ottenuto mattoni da costruzione e fertilizzanti a partire dall'urina umana, in un processo praticamente privo di scarti e non inquinante. I bio-mattoni sono stati ricavati dalla pipì raccolta negli orinatoi maschili dell'Università, lavorata con sabbia e batteri nei laboratori dell'ateneo.

Trasformazione. Il passaggio da liquido a solido è colmato da una reazione chimica nota come precipitazione batterica del carbonato di calcio - simile a quella che dà origine alle conchiglie marine. La sabbia viene colonizzata da batteri per produrre l'enzima ureasi e quindi mescolata con l'urina; l'enzima scompone l'urea (il composto chimico eliminato con la pipì) ricavandone carbonato di calcio; questa sostanza infine compatta le sabbie "sciolte" nel solido finale. Per avere mattoni più resistenti sarà sufficiente lasciare ai batteri più tempo per operare.

Non si butta via niente. Il tutto avviene in stampi a temperatura ambiente e, dunque, senza emissioni di CO2: di norma, i mattoni si ottengono in forni che raggiungono i 1400 °C. Inoltre, il processo è praticamente privo di scarti. L'urina utilizzata nell'Università veniva già raccolta per la produzione di fertilizzanti: il liquido rimanente viene impiegato per fabbricare i biomattoni, e il residuo di questa lavorazione (che utilizza soltanto carbonato di calcio) utilizzato infine per ottenere una seconda tornata di fertilizzanti.

Dal punto di vista chimico, l'urina è infatti una sorta di "oro liquido": come volume costituisce meno dell'1% delle acque reflue domestiche, ma contiene l'80% dell'azoto, il 56% del fosforo e il 63% del potassio di tutte le acque di scarto. Azoto e potassio sono gli ingredienti chiave dei fertilizzanti agricoli.

4 novembre 2018 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Tre colpi, una manciata di secondi e JFK, il presidente americano più carismatico e popolare disempre finiva di vivere. A 60 anni di distanza, restano ancora senza risposta molte domande sudinamica, movente e mandanti del brutale assassinio. Su questo numero, la cronaca di cosa accadde quel 22 novembre 1963 a Dallas e la ricostruzione delle indagini che seguirono. E ancora: nei campi di concentramento italiani, incubo di ebrei e dissidenti; la vita scandalosa di Colette, la scrittrice più amata di Francia; quello che resta della Roma medievale.

ABBONATI A 29,90€

La caduta di un asteroide 66 milioni di anni fa cambiò per sempre gli equilibri della Terra. Ecco le ultime scoperte che sono iniziate in Italia... E ancora: a che cosa ci serve ridere; come fanno a essere indistruttibili i congegni che "raccontano" gli incidenti aerei; come sarebbe la nostra società se anche noi andassimo in letargo nei periodi freddi; tutti i segreti del fegato, l'organo che lavora in silenzio nel nostro corpo è una sofisticata fabbrica chimica.

ABBONATI A 31,90€
Follow us