Nikon Small World 2015, bellezza in formato micro

La bellezza è dappertutto: basta saperla vedere. Queste foto realizzate con avanzate tecniche di microfotografia - e premiate dal più prestigioso concorso del settore - vi sapranno stupire. 

L'occhio di un'ape ricoperto di pollini di tarassaco è il soggetto della foto vincitrice di quest'anno. L'immagine ingrandita di 120 volte, ci dice quanto poco sappiamo del modo in cui questi importanti impollinatori vedono il mondo.

Secondo posto per questo ingrandimento del colon di un ratto colonizzato con microbiota umano. I batteri, visibili sulla sinistra in rosso e giallo, sono separati dalla mucosa intestinale (in blu) da uno spesso strato di muco (verde).

Terzo posto per questa bella immagine di una utricularia acquatica (Utricularia gibba), una pianta carnivora d'acqua dolce che galleggia a pelo d'acqua, formando minuscole trappole grandi appena pochi millimetri.

Un organoide di una ghiandola mammaria umana coltivato in laboratorio e qui ingrandito 100 volte. Quarto posto.

La vascolarizzazione del tessuto cerebrale di un topo con glioblastoma (un tipo di tumore che colpisce le cellule cerebrali della glia).

Esattamente ciò che sembra: una stella marina, ingrandita 10 volte con una tecnica di microscopia confocale, utilizzata per lo studio delle strutture tridimensionali negli esseri viventi.

Una pulce d'acqua (Alona guttata) fotografata con la tecnica della microscopia a fluorescenza.

Soro di felce di diversi gradi di maturità. In botanica, per soro si intende un gruppo di sporangi, quelle strutture cave in cui si formano le spore di una pianta.

Acari su una pupa di insetto.

Una delle nostre foto preferite: quelle che sembrano "faccine" sorridenti sono in realtà fasci vascolari - un sistema di irrigazione interna caratteristico delle piante fornite di radici - di papiro egiziano (Cyperus papyrus).

Giovani gemme di Arabidopsis, una piccola pianta da fiore.

Uno "scudo" anti invasori: una foglia di Trichodactylus crinitus coperta da uno strato di microcristalli naturali prodotti per allontanare gli erbivori.

Un rotifero: un microscopico animale trasparente diffuso nelle acque dolci di tutto il mondo (specie Synchaeta).

Tessuto in vilene. Le gocce di colla sono visibili in viola.

A tu per tu con la larva di un verme "ferro di cavallo" (Phylum Phoronida), una piccola larva planctonica.

Sezione di felce a penna di struzzo (Matteuccia struthiopteris) chiamata così per la leggerezza del suo fogliame, che ricorda le piume di un uccello.

L'occhio di un'ape ricoperto di pollini di tarassaco è il soggetto della foto vincitrice di quest'anno. L'immagine ingrandita di 120 volte, ci dice quanto poco sappiamo del modo in cui questi importanti impollinatori vedono il mondo.