Scienze

I grandi dinosauri... nani

I resti di alcuni dinosauri nani sono stati ritrovati in una caverna in Germania. Probabilmente 150 milioni di anni fa si sono dovuti adattare a un ambiente con poco cibo.

Grandi dinosauri rimpiccioliscono
I resti di alcuni dinosauri nani sono stati ritrovati in una caverna in Germania. Probabilmente 150 milioni di anni fa si sono dovuti adattare a un ambiente con poco cibo.

Un branco di Diplodocus, gigante erbivoro.
Un lontano parente del piccolo dinosauro Europasaurus

I dinosauri, a quanto si sa, sono le creature più grandi di tutti i tempi, le più gigantesche che mai abbiamo camminato sulla Terra.
Ma forse non tutti. Alcuni paleontologi hanno scoperto i resti di un piccolo dinosauro, il più piccolo mai conosciuto.
La nuova specie denominata Europasaurus holgeri misurava dai 2 ai 6 metri di lunghezza, dal muso alla punta della coda. Poca roba se si pensa che il suo cugino più famoso il Diplodocus era lungo ben 27 metri.

Piccoli adulti
Le ossa di almeno 10 di questi dinosauri mignon sono state rinvenute da alcuni ricercatori dell'università di Bonn in una caverna vicino a Hannover in Germania.
Inizialmente Martin Sander che ha guidato il team, ha pensato di trovarsi di fronte ai resti di “cuccioli” di dinosauro, ma in realtà già le prime analisi hanno rivelato che le ossa erano perfettamente sviluppate, con una struttura del tutto simile a quella dei dinosauri adulti.

Isolati ma non disadattati
L'ipotesi è che 150 milioni di anni fa, gran parte dell'Europa Centrale sia stata inondata dall'acqua trasformando alcune terre emerse in grandi isole sulle quali ha cominciato a scarseggiare il cibo. I dinosauri molto probabilmente vivevano su una di queste e si sono adattati riducendo pian piano le dimensioni del corpo, in modo da avere meno bisogno di nutrimento. Diventando così una specie nana rispetto ai propri antenati, poiché l'isola con le sue risorse limitate non avrebbe potuto reggere l'impatto ambientale dei grossi bestioni erbivori.

8 giugno 2006
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us