Scienze

I geni della memoria

Sei gruppi di geni per bloccare i ricordi.

I geni della memoria
Sei gruppi di geni per bloccare i ricordi.

Tra le più importanti zone del cervello coinvolte nella creazione della memoria c'è l'ippocampo (in marrone).
Tra le più importanti zone del cervello coinvolte nella creazione della memoria c'è l'ippocampo (in marrone).

La memoria permette all'uomo di acquisire conoscenze dal mondo. Le informazioni devono poi essere custodite in una forma transitoria (memoria a breve termine), che si forma rapidamente e dura solo per minuti o alcune ore. Per persistere giorni, mesi o anni, queste informazioni devono essere successivamente trasformate in una memoria a lungo termine. Tale consolidamento è dovuto alla sintesi di proteine in gran parte sconosciute. Un gruppo di ricerca italo-americano ha intrapreso l'immane compito di identificare e classificare, utilizzando moderne tecniche di indagine sul genoma (l'insieme dei geni che compongono il nostro patrimonio genetico), i tratti di Dna coinvolti nel processo.
Sottoponendo alcuni ratti a prove di memoria “spaziale”, mediante l'uso di un labirinto acquatico, ha scoperto i geni che si attivano nel corso del consolidamento della memoria.
Molte sono le scoperte interessanti di questo studio, pubblicato sull'autorevole rivista statunitense Proceedings of the national academy of science. Prima di tutto è stato scoperto che il consolidamento della memoria coinvolge l'azione di moltissimi geni che agiscono di concerto, come una grande orchestra perfettamente coordinata. Poi lo studio ha dimostrato che alcuni dei meccanismi coinvolti nel corso della memoria sono anche sotto l'influenza dell'attività fisica. Tale scoperta sembra quindi convalidare l'antico motto mens sana in corpore sano, confermando l'effetto benefico che l'attività e l'esercizio fisico esercitano sulle nostre capacità cognitive.
Prossime le cure? Secondo Sebastiano Cavallaro, il coordinatore dello studio, che lavora all'Istituto di Scienze Neurologiche del Cnr di Catania: «Questo studio potrebbe portare, nel giro di poco tempo, anche a interessantissimi aspetti applicativi. I meccanismi molecolari identificati rappresentano dei potenziali bersagli verso cui si potrà indirizzare nuove terapie farmacologiche in grado di migliorare le nostre capacità cognitive. Infatti, tra le sostanze testate, una in particolare (chiamata FGF-18) è già risultata in grado di migliorare le capacità nei ratti.
Poiché il sistema della memoria nei ratti è simile a quello umano, non passerà molto tempo prima di poter applicare queste conoscenze anche in malattie degenerative umane che implicano una perdita di memoria, come la malattia di Alzheimer.»

(Notizia aggiornata al 2 dicembre 2002)

25 novembre 2002
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us