Scienze

C'è allarme per la presenza di acqua nella caldera del vulcano Kilauea

Il vulcano della Hawaii, attivo da 30 anni, potrebbe dare vita a eruzioni esplosive intense. L'indizio? La presenza di acqua all'interno del cratere sommitale.

All’interno del cratere sommitale del vulcano Kilauea (Hawaii), si è formato uno stagno: sono stati i funzionari dell'USGS (il Servizio geologico degli Stati Uniti) a darne la notizia dopo una serie di sopralluoghi per capire che cosa fosse quella macchia verdastra che si osservava dall'alto, sul fondo del cratere. «Halema'uma'u - il nome del cratere nella lingua polinesiana delle isole - non ha mai avuto acqua al suo interno, per lo meno da quando sono iniziate le osservazioni scientifiche: la presenza di quell'acqua è qualcosa di insolito», ha affermato Don Swanson (USGS).

Vulcani: nuovo allarme per il Kilauea
Veduta aerea dello stagno che si è formato sul fondo di Halema'uma'u, il cratere sommitale del vulcano Kilauea (Hawaii). L'origine dell'acqua è ancora ignota, ma la sua presenza preoccupa i vulcanologi. © USGS

Perché preoccupa? Secondo i vulcanologi del servizio di sorveglianza del Kilauea, questo potrebbe preludere a una nuova fase nel comportamento del vulcano, attivo negli ultimi 30 anni, che di recente si è esibito in imponenti eruzioni: quello stagno, insomma, fa un po' paura.

La presenza di acqua sul fondo del cratere vulcanico preoccupa seriamente i vulcanologi perché quando magma e acqua vengono a contatto, avviene il passaggio quasi istantaneo dell'acqua in vapore, con conseguenti esplosioni di vapore, acqua, cenere, roccia e bombe vulcaniche. Si possono cioè generare eruzioni di tipo freatico.

L'origine di quell'acqua al momento non è chiara: potrebbe essere risalita da falde sotterranee, oppure potrebbe trattarsi di intrusioni di acqua di mare. I ricercatori dell'USGS ritengono che un'eventuale esplosione del vulcano sarebbe molto probabilmente preceduta da un ulteriore collasso della caldera (dopo quella del 2018), dove si trova lo stagno, e da alcuni altri segnali premonitori: è cioè possibile che, se dovesse accadere, darebbe almeno un minimo di preavviso.

29 agosto 2019 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us