Scienze

Guerra 2.0: arrivano i robot killer

Saranno i protagonisti delle guerre del futuro.

Un recente articolo pubblicato sul Washington Post prospetta un futuro alla Terminator popolato di droni da guerra e omicidi automatizzati.

“Una rete di droni che individua e distrugge il nemico”

Omicidi automatici - Sul quotidiano vengono descritti i passi che le forze militari USA stanno facendo nella direzione di un network autonomo di macchine killer, per la ricerca e l’uccisione del nemico. In particolare le prospettive future, inclusi i dubbi e i pericoli che un omicidio eseguito da un drone solleva. Come nella scena della pellicola Robocop del 1987, dove per un errore il robot Ed209 mitraglia di proiettili un partecipante in un test durante la presentazione ufficiale.

Target sul campo – Invece dalla base militare di Fort Benning, si sono alzati in volo due aerei senza pilota, con la missione di cercare una grossa tela arancione, verde e blu posizionato in un’area di addestramento all’interno del perimetro della base. Dopo circa 20 minuti uno degli aerei, che include un computer che processa le immagini di una camera montata a bordo, ha indivudato il bersaglio e ha avvisato il secondo aereo automatico, che gli si è avvicinato e ha usato i propri sensori per esaminare l’oggetto colorato. Poi uno degli aerei ha segnalato, ad una macchina senza pilota posizionata a terra, la presenza del telo e il robot militare a quattro ruote si è avvicinato per dare l’ultima occhiata di controllo al bersaglio.

Bersaglio confermato – Questo esperimento di successo permette di presagire un futuro automatico e robotizzato in materia di guerra, almeno secondo alcuni progetti di ricerca militare usa: un giorno in cui saranno eserciti di droni ad andare a caccia, a identificare e ad eliminare il nemico, in base a dei calcoli eseguiti da un software e non per le decisioni prese da esseri umani.

Niccolò Fantini

21 settembre 2011
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us