Scienze

Gli uomini di Neanderthal già adulti a 15 anni

Studiando i denti dei cugini dei nostri antenati si è scoperto che a 15 anni erano già formati completamente e pronti alla vita adulta.

Gli uomini di Neanderthal già adulti a 15 anni
Studiando i denti dei cugini dei nostri antenati si è scoperto che a 15 anni erano già formati completamente e pronti alla vita adulta.

A sinistra il cranio di un bambino moderno confrontato con quello di un bambino di Neanderthal (a destra). © Christoph Zollikofer e Marcia Ponce de Leon.
A sinistra il cranio di un bambino moderno confrontato con quello di un bambino di Neanderthal (a destra). © Christoph Zollikofer e Marcia Ponce de Leon.

Gli uomini di Neanderthal sono spariti 30 mila anni fa dopo aver convissuto per qualche tempo con l'Homo sapiens. Non sono i nostri progenitori, come ritenuto un tempo, ma conservano il fascino di un parente lontano, scomparso nella notte dei tempi. E hanno acceso il dibattito tra i paleontologi: qual è la relazione con i nostri diretti antenati? Una nuova ricerca pubblicata dalla rivista Nature ha aggiunto un importante tassello in questo complesso puzzle. Ricercatori francesi e spagnoli hanno analizzato un centinaio di denti (canini e incisivi) provenienti da crani di uomini di Neanderthal, sapiens e altre due specie di ominidi, studiandone la crescita. In base all'analisi dei depositi di smalto nella corona dei denti hanno stabilito che la crescita dentale degli uomini di Neanderthal era molto più rapida e si fermava presto. Da qui la conclusione che raggiungevano l'età adulta già attorno ai 15 anni, tre anni prima dei nostri antenati diretti.
Vita breve e grama. Per gli esperti è l'ennesima conferma che sapiens e neanderthalensis appartenessero a due specie diverse e che molto probabilmente non fossero in grado di accoppiarsi.
Inoltre i risultati sembrano suggerire che i neanderthaliani avrebbero avuto una dieta ipercalorica e un metabolismo molto veloce per supportare una crescita così rapida.
Come mai dunque l'uomo di Neanderthal è stato "soppiantato" dai nostri antenati che avevano una scatola cranica e un cervello più piccolo? Una tesi, confermata dalla ricerca, pone in relazione l'intelligenza umana con il lungo periodo che nella nostra specie trascorre tra la nascita e l'età adulta. Un tempo che si pensa viene speso nello sviluppo superiore di capacità cognitive, e che nei Neanderthal potrebbe essere stato troppo poco.

(Notizia aggiornata al 29 aprile 2004)

29 aprile 2004
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Come sarebbe stata (e sarebbe) la nostra vita senza cani, gatti, cavalli, topi, api, scimmie? Abbiamo girato la domanda direttamente a loro, gli animali, per farci raccontare che cosa e quanto hanno fatto per l'uomo fin dalla notte dei tempi. Perché non c'è evento, guerra, scoperta, epidemia che si possa ripercorrere senza valutare il ruolo svolto dagli altri abitanti del Pianeta.

ABBONATI A 29,90€

Perché viaggiamo? L'uomo viaggia da sempre con gli scopi più diversi, ma solo da poco tempo lo fa anche per divertirsi. E tu, che viaggiatore sei?Scoprilo con il test. E ancora: come sono i rifugi antiatomici della Svizzera e degli Usa; come si gioca la guerra dell’informazione nel Web; perché i Sapiens sono rimasti l’unica specie di Homo sulla Terra; gli amici non sono tutti uguali perché il rapporto con loro dipende dalla personalità, dal sesso e dal tempo che si passa insieme. Fai il test: che tipo di amici hai?

ABBONATI A 31,90€
Follow us