Scienze

Gli schermi Oled? Adesso si stampano in due minuti

DuPont inventa uno schermo Oled stampato.

Roba da non credere! DuPont, la storica azienda chimica statunitense, ha inventato una stampante per realizzare una tv a Led organici da 50 pollici in soli due minuti.

“Gli schermi Oled, rispetto a Lcd e al plasma, offrono colori più brillanti e un contrasto migliore.”

Schermo Oled – Tutti conosciamo gli schermi a cristalli liquidi (lcd) e al plasma. I display Oled (Organic Light Emitting Diode) sono completamente diversi perché sono realizzati con del materiale organico elettro-fosforescente che emette luce propria senza la necessità di componenti aggiuntivi.

Pro e contro - Il problema degli schermi Oled è che sono costosi e durano relativamente poco (20 mila ore di attività contro le 50/60 degli lcd), e sono quindi ancora poco diffusi: li trovi su qualche modelli di cellulare e lettore mp3. Il vantaggio rispetto ai cristalli liquidi e al plasma è che gli Oled offrono un contrasto più elevato, colori più brillanti e tempi di risposta più rapidi, oltre a essere molto più sottili (addirittura arrotolabili), consumano pochissima energia e garantiscono un angolo di visuale più ampio. Che, nel caso delle tv, non è affatto male.

Inchiostro magico – Veniamo adesso alla notizia che è rivoluzionaria. DuPont, storico gruppo chimico statunitense (a dispetto del nome francese), ha appena annunciato di aver messo a punto una tecnologia per realizzare schermi Oled di grandi dimensioni, come una tv da 50 pollici, “semplicemente” stampandoli. E tutto in soli due minuti! Tutto merito dei nuovi inchiostri e di una testina di stampa innovativa. Inoltre gli schermi a Led organici “stampati” da DuPont avrebbero una durata di oltre 15 anni con un utilizzo medio giornaliero di otto ore, superando così uno dei principali difetti di questa tipologia di schermi.

18 maggio 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us