Scienze

GHB: il farmaco diventato droga dello stupro

Il GHB, nato per curare i disturbi del sonno, è poi diventato la "droga dello stupro": non è ricerca della felicità chimica, ma un serio pericolo per le donne.

Ogni droga ha effetti differenti, ma tutte sono un veleno per il cervello. Spesso può essere "solo" una questione di dose, come spiegano gli esperti della Società Italiana di Tossicologia: non di rado basta aumentarla perché un farmaco diventi un veleno, o appunto una droga. È il caso del GHB, l'acido γ-idrossibutirrico, meglio noto come "droga dello stupro", spesso nelle cronache: non è solo una sostanza d'abuso che si compra online o dagli spacciatori, ma anche un farmaco, oltre che una molecola presente naturalmente nel cervello.

Il GHB,
Il GHB, detto anche "droga dello stupro". © Shutterstock

Scoperto negli anni '60, il GHB è stato studiato nei decenni successivi e si è visto che somministrandolo in maniera controllata e a dosaggi ben definiti può avere effetti positivi in pazienti con disturbi del sonno e che può aiutare anche nel trattamento dell'alcolismo. Chiarisce la tossicologa Sarah Vecchio: «Anche in Italia l'Aifa ne consente l'impiego con specifiche restrizioni, per brevi periodi e nella sindrome di astinenza da alcol. Tuttavia i due piani non devono essere confusi: il GHB come droga d'abuso non "esce" dai canali della prescrizione medica, ma viene acquistato sul web o per strada».

Il liquido trasparente dal vago sapore salato e la polvere bianca da sciogliere nelle bibite non si trovano in farmacia, e non si cerca dal medico neppure l'altra categoria di consumatori di GHB "non autorizzati", i patiti del fitness: la molecola infatti stimola la produzione degli ormoni della crescita, e viene quindi utilizzata anche come sostanza dopante da chi pratica body building senza criterio. In realtà, gli effetti di GHB sul sistema nervoso centrale e sull'organismo in generale non sono ancora del tutto chiariti, e la risposta può variare non poco da persona a persona, anche a dosi di poco più elevate da quelle farmacologiche: per questo è ritenuto particolarmente pericoloso, e anche quando è utilizzato come terapia viene gestito con molta cautela dai medici.

----------
Per approfondire: Come agisce la droga sul cervello, di Elena Meli, su Focus 350 (dicembre 2021).

23 novembre 2021 Elena Meli
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita straordinaria di Rita Levi-Montalcini, l'unica scienziata italiana premiata con il Nobel: dall'infanzia dorata alle leggi razziali, dagli studi in America ai legami con una famiglia molto unita, colta e piena di talenti. E ancora: l'impresa in Antartide di Ernest Shackleton; i referendum che hanno cambiato il corso della Storia; le prime case popolari del quartiere Fuggerei, ad Augusta; il mito, controverso, di Federico Barbarossa.

ABBONATI A 29,90€

Tutto quello che la scienza ha scoperto sui buchi neri: fino a 50 anni fa si dubitava della loro esistenza, ora se ne contano miliardi di miliardi. Inoltre, come funziona la nostra memoria; l'innovativa tecnica per far tornare a camminare le persone paraplegiche; la teconoguerra in Ucraina: quali sono le armi tecnologiche usate.

ABBONATI A 31,90€
Follow us