Scienze

Fujifilm punta sul vintage, Cisco sull’ultra tascabile

Ecco le foto-video camere più nuove.

Fujifilm sceglie un look vintage anni ’50 per la sua compatta FinePix X100 mentre Cisco, dopo l'acquisizione di Pure Digital Technologies, sforna due nuove videocamere ultra tascabili Flip Video.

“La Fujifilm FinePix X100 ha un mirino sia ottico che elettronico”

Look retrò - Ecco il modello perfetto per i nostalgici delle vecchie macchine fotografiche a pellicola che però non vogliono rinunciare neanche a un briciolo di innovazione tecnologica. A dispetto del suo look retrò in metallo e pelle nera stile anni ‘50, la FinePix X100 di Fujifilm è una fotocamera con un sensore CMOS APS-C da 12,3 megapixel con processore EXR che garantisce le prestazioni di una reflex, uno schermo Lcd da 2,8 pollici e un obiettivo Fujinon f/2 equivalente a un 35mm. Oltre al look vintage, la principale caratteristica della nuova Fujifilm è un mirino “ibrido”, ossia sia ottico che elettronico a seconda dell’estro del fotografo. La FinePix X100, che registra anche video HD 720p, sarà disponibile nei primi mesi del 2011.

Video flip – Cisco, invece, mette a frutto l’acquisizione di Pure Digital Technologies, produttore delle Flip Video, sfornando nuovi modelli di videocamere ultra tascabili: Flip MinoHD e UltraHD. Entrambi i modelli registrano video in alta definizione con risoluzione 1280x720 e integrano uno stabilizzatore di immagini, ma la Flip MinoHD arriva solo fino a 30 fotogrammi al secondo, mentre la UltraHD raggiunge i 60 fps. Le nuove Flip Video sono già in vendita sul Flip Video Store, rispettivamente a 199 $ (8GB) e 149$ (4GB), e 229$ (8GB) e (4GB) 179$, e presto anche sugli scaffali virtuali di Amazon USA.

Nikon Coolpix. Guarda la gallery!

20 settembre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us