Scienze

Animali di 125 milioni di anni fa erano forse in grado di volare

Uno studio sposta indietro nel tempo la comparsa dei primi uccelli davvero capaci di volare.

L’Archaeopteryx è spesso descritto come il primo uccello, vissuto circa 150 milioni di anni fa. Ma ancora oggi è dibattuto il fatto se sapesse o meno volare come gli uccelli attuali o se, più semplicemente, spiccava lunghi balzi in volo planato. Alcuni indizi fanno pensare alla prima ipotesi, altri alla seconda, ma una cosa è certa e condivisa da tutti i ricercatori: la strada percorsa dagli esseri viventi per prendere le vie del cielo è stata assai lunga.

Padroni del cielo. Ora una nuova scoperta, pubblicata su Scientific Report, dimostra come un uccello del Cretaceo inferiore, cioè di circa 125 milioni di anni fa, possedesse già strutture muscolari e legamenti che gli permettevano sicuramente di compiere gesta aerodinamiche simili a quelle che compiono gli uccelli dei nostri giorni.

Ricostruzione artistica di enantiorniti: così dovevano apparire i primi uccelli in grado di volare sulle teste dei dinosauri.

La scoperta arriva da un gruppo di ricercatori spagnoli guidati da Luis Chiappe, il quale ha concentrato la propria ricerca su ossa fossili scoperte in Spagna alcuni anni fa. Il ritrovamento ha permesso di accertare che quell’uccello faceva parte di un gruppo di "volatili" noto come enantiorniti, vissuti tra 125 e 65 milioni di anni fa. I reperti hanno permesso di studiare i dettagli di una complessa rete di muscoli che negli uccelli moderni controlla la regolazione delle penne delle ali permettendo loro di padroneggiare il cielo.

Sulla testa dei dinosauri. Spiega Chiappe: «C’è una netta similitudine tra quelle strutture e le strutture degli uccelli dei nostri giorni e questo ci fa pensare che anche gli uccelli del Cretaceo potessero volare».

In realtà la struttura ossea degli uccelli fossilizzati è diversa da quella dei volatili dei nostri giorni, ma vi sono analogie notevoli nell’anatomia delle parti morbide degli animali, e queste sono più importanti per il volo che non le strutture ossee. La scoperta, dunque, permette di retrodatare la capacità di volare di alcuni animali, al punto che è possibile ipotizzare che volassero sulla testa dei dinosauri.

10 ottobre 2015 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Sulle orme di Marco Polo, il nostro viaggiatore più illustre che 700 anni fa dedicò un terzo della sua vita all’esplorazione e alla conoscenza dell’Oriente, in un’esperienza straordinaria che poi condivise con tutto il mondo attraverso "Il Milione". E ancora: un film da Oscar ci fa riscoprire la figura di Rudolf Höss, il comandante di Auschwitz che viveva tranquillo e felice con la sua famiglia proprio accanto al muro del Lager; le legge e le norme che nei secoli hanno vessato le donne; 100 anni fa nasceva Franco Basaglia, lo psichiatra che "liberò" i malati rinchiusi nei manicomi.

ABBONATI A 29,90€

Che cosa c’era "prima"? Il Big Bang è stato sempre considerato l’inizio dell’universo, ma ora si ritiene che il "nulla" precedente fosse un vuoto in veloce espansione. Inoltre, come si evacua un aereo in caso di emergenza? Il training necessario e gli accorgimenti tecnici; che effetto fa alla psiche il cambiamento climatico? Genera ansia ai giovani; esiste la distinzione tra sesso e genere tra gli animali? In alcune specie sì. Con quali tecniche un edificio può resistere a scosse devastanti? Siamo andati nei laboratori a prova di terremoti.

 

ABBONATI A 31,90€
Follow us