Scienze

Foldscope: il microscopio di carta

Un ingegnere di Stanford progetta e realizza il primo microscopio di carta. Potente e a bassissimo costo, potrà essere impiegato per la prevenzione e la diagnosi nelle zone più povere del mondo.

Ci sono laboratori, nei paesi poveri del mondo, dove avere a disposizione un banale microscopio ottico resta ancora oggi un sogno irraggiungibile. Per venire incontro alle esigenze di questi ricercatori di frontiera un bioingegnere dell’Università di Stanford ha messo a punto il primo microscopio ad alta risoluzione e basso - anzi bassissimo - costo.

La tecnologia dell'origami
Lo strumento realizzato da Manu Prakash è fatto… di carta e può essere stampato su un comune foglio A4 plastificato. Una volta ritagliato e montato seguendo incastri e colori, è praticamente pronto all’uso. Il suo assemblaggio è talmente semplice che non ha nemmeno bisogno di istruzioni.
Una volta montata la struttura di carta è sufficiente inserire negli appositi alloggiamenti le lenti in borosilicato e la lampada a led alimentata da una pila per orologi. E in pochi minuti lo strumento è pronto all’uso.

Potente ed economico

Foldscope è disponibile in due versioni: a bassa risoluzione (fino a 400x ingrandimenti) e ad alta risoluzione (fino a 2100x ingrandimenti). Il costo dell’intero strumento è di circa un dollaro nella versione più evoluta e non ha bisogno di alcun tipo di manutenzione.
Il microscopio di carta può essere utilizzato con vetrini standard e la messa a fuoco si ottiene spostando le lenti con due dita. Pesante solo 10 grammi, Foldscope non teme acqua, umidità o cadute accidentali. Il progetto può inoltre essere modificato per ospitare lenti e filtri di altro tipo.

Giocare con la scienza
Per far conscere le potenzialità del dispositivo Prakash e i suoi colleghi hanno indetto una...gara scientifica: hanno distribuito 10.000 Foldscope a scienziati e appassionati di tutto il mondo che si erano iscritti via web al progetto e prossimamente pubblicheranno online gli studi più curiosi, importanti o interessanti condotti con il microscopio di carta.

Vi partecipa l’allevatore della Mongolia che vuole spiegare ai suoi colleghi perchè è meglio bollire il latte, il dodicenne pakistano che studia gli scarafaggi del deserto o l’apicultore americano che vuole tenere i funghi lontano dalle sue api.

Una volta pubblicate, queste ricerche entreranno a far parte del manuale di microscopia che Prakash sta preaprando e con il quale spera di avvicinare alla scienza uomini e donne di ogni paese e condizione sociale.

Ti potrebbero interessare

Le più belle foto al microscopio
Visti al microscopio: indovina cos'è?

18 aprile 2014 Rebecca Mantovani
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La (brutta) storia della follia raccontata attraverso i re e gli imperatori ritenuti pazzi, i rimedi adottati nei secoli per “curarla” e l'infinita serie di pregiudizi e superstizioni che hanno reso la vita dei malati un inferno peggiore del loro male. E ancora: quando le donne si sfidavano a duello; la feroce Guerra delle due Rose, nell'Inghilterra del '400.

ABBONATI A 29,90€

Senza l'acqua non ci sarebbe la Terra, l'uomo è l'animale che ne beve di più, gli oceani regolano la nostra sopravvivenza: un ricco dossier con le più recenti risposte della scienza. E ancora: come agisce un mental coach; chi sono gli acchiappa fulmini; come lavorano i cacciatori dell'antimateria; il fiuto dei cani al servizio dell'uomo.

ABBONATI A 29,90€
Follow us