Scienze

Filma un poliziotto e rischia il carcere

Rischia il carcere per un video su YouTube.

Su YouTube puoi pubblicare di tutto, o quasi. Ne sa qualcosa di quel “quasi” Anthony Graber, un motociclista del Maryland, Stati Uniti, che ha condiviso il video di un poliziotto che gli intima di scendere dalle due ruote sventolando una pistola.

“Pubblicando il video ha violato la privacy dell’agente di Polizia.”

Mani in alto – Magari correva un po’ troppo. Magari si meritava pure di essere fermato per eccesso di velocità. Ma Anthony Graber non si aspettava di certo di rischiare 16 anni di carcere per aver pubblicato su YouTube il video del suo incontro ravvicinato con un poliziotto. Il fatto è che Anthony Graber, appassionato di nuove tecnologie, ha montato sul suo casco una telecamera per documentare i suoi viaggi in moto. Un giorno, mentre sfreccia sulle sue due ruote, una macchina gli intima di fermarsi. Lui accosta e una persona prima gli punta una pistola e poi lo informa che è un poliziotto. Evidentemente in borghese o sotto copertura, non è chiaro dal filmato.

Tra pubblico e privato – Tornato a casa, Anthony Graber pensa bene di pubblicare il video su YouTube e iniziano i suoi guai. Le autorità fanno irruzione a casa sua e gli sequestrano il computer. Adesso è accusato di aver violato la privacy dell’agente di polizia Joseph Uhler, e della sua pistola, e rischia 16 anni di galera. Il suo avvocato però sostiene che c’è qualcosa che non quadra in tutta questa storia: perché quando un poliziotto registra una conversazione pubblica non è privata, e quando lo fa un cittadino diventa privata pur essendo pubblica?

Guarda la supercar della Polizia sud coreana

2 agosto 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us