Scienze

Felix Baumgartner rimane a terra

Dopo una giornata di inutile attesa, rinvii e preparativi il base jumper austriaco è stato fermato dal forte vento. E il volo rimandato a data da destinarsi. L'austriaco intendeva lanciarsi da 36 km nel cielo sul deserto del New Mexico. Per superare la velocità del suono.

Rimandato a data da destinarsi. Forse domani, tempo permettendo [Aggiornamento: la missione dovrebbe riprendere domenica 14 ottobre alle ore 14 quando - secondo i meteorolog - ci sarà il clima sufficiente ad aprire una nuova finestra di lancio].
Il base jumper austriaco Felix Baumgartner ha dovuto arrendersi dopo una mattinata (il pomeriggio italiano) di rinvii e preparativi.

Il decollo verso i 36mila metri di altitudine, da cui si sarebbe lanciato, è stato cancellato alle 11.40 (le 19.40 in Italia) a causa dei forti venti che soffiano sui deserti del New Mexico.

Data la delicatezza del pallone aerostatico, la missione può partire solo con venti inferiori ai 5 chilometri orari circa. Oggi però la velocità del vento era superiore a quella soglia già a circa 230 metri di altezza, ovvero alla sommità dell'enorme pallone aerostatico che lo avrebbe dovuto portare in quota.

Semaforo verde
A questo punto non è chiaro quando Felix potrà partire. Ufficialmente la missione non è rimandata al giorno successivo, ma a data da destinarsi. Il periodo migliore per partire è proprio quello di questi giorni, ma non è stato ancora fissato un giorno per una prossima finestra di lancio. La località, Roswell nel New Mexico (sì, è proprio quella dell'Area 51 - Guarda le 5 più grandi paranoie dell'umanità) è stata scelta proprio per il clima (E per essere quasi disabitata).

9 ottobre 2012
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

La vita straordinaria di Rita Levi-Montalcini, l'unica scienziata italiana premiata con il Nobel: dall'infanzia dorata alle leggi razziali, dagli studi in America ai legami con una famiglia molto unita, colta e piena di talenti. E ancora: l'impresa in Antartide di Ernest Shackleton; i referendum che hanno cambiato il corso della Storia; le prime case popolari del quartiere Fuggerei, ad Augusta; il mito, controverso, di Federico Barbarossa.

ABBONATI A 29,90€

Tutto quello che la scienza ha scoperto sui buchi neri: fino a 50 anni fa si dubitava della loro esistenza, ora se ne contano miliardi di miliardi. Inoltre, come funziona la nostra memoria; l'innovativa tecnica per far tornare a camminare le persone paraplegiche; la teconoguerra in Ucraina: quali sono le armi tecnologiche usate.

ABBONATI A 31,90€
Follow us