Scienze

Facebook: più privacy per tutti

La parola d'ordine è semplificare...

Il social network dell’amicizia universale era sotto assedio ormai da settimane e, messo alle strette, ha deciso di cambiare le regole sulla gestione della privacy, prima che molti aficionados abbandonassero la sua nave poco sicura.

“Sarà più semplice gestire le opzioni della privacy e capire quail applicazioni e siti web usano le tue informazioni.”

Era ora! – Dopo il “mea culpa” degli giorni scorsi di Mark Zuckerberg per aver commesso dei “grossolani errori” relativi alla privacy, il malumore dei suoi più stretti collaboratori e la minaccia di un esodo in massa dei suoi abitanti il 31 maggio, Facebook decide di cambiare rotta sulla questione della privacy e annuncia (finalmente) nuove regole per semplificare la gestione della propria “riservatezza digitale” che saranno introdotte nelle prossime settimane.

Gradi dell’amicizia – La maggiore difficoltà nelle impostazioni della privacy su Facebook è che non sai mai con certezza quali informazioni saranno pubbliche. Perdersi tra le opzioni è un attimo, così la parola d’ordine di Zuckerberg & Soci è semplificazione. Sarà sempre possibile lavorare di “fino” per decidere più nel dettaglio chi può vedere cosa, ma adesso in pochi clic salteranno fuori tre opzioni chiare: condividere tutto con tutti (il mondo intero), anche con gli amici degli amici o solo con il proprio “entourage” di conoscenze. Tutto senza dover litigare con miriadi di liste da cui scegliere i fortunati con cui condividere i fatti propri.

Massimo riserbo – Quando fai amicizia con qualcuno o esprimi il tuo “ti piace” a qualche pagina pubblica, non è più un’informazione che deve essere necessariamente e immediatamente comunicata ai quattro venti. Facebook manterrà il massimo riserbo sulle tue connessioni rendendo così effettivamente private le tue attività sul network.

Museruola alle applicazioni – Infine, Zuckerberg promette un giro di vite sulle applicazioni e sui siti web che possono accedere alle tue informazioni. Molti sono contenti quando un giochino sbandiera a lettere cubitali sul profilo che è stato bravo raggiungendo un determinato traguardo, mentre altri non lo sopportano. Ebbene, pare che chi non desidera alcuna interazione con applicazioni e siti web potrà semplicemente “spegnerli” in modo che tengano la bocca chiusa per sempre.

27 maggio 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us