Scienze

Facebook: la privacy è sacra, scusateci

Mea culpa sulla poca privacy.

Svolta nella controversa questione privacy su Facebook, molti utenti si dichiarano intenzionati a lasciare il servizio, il giorno dell'abbandono si avvicina e il patron di Facebook risponde, in stile Steve Jobs, alle domande di uno smanettone.

“Il sito social annuncia cambiamenti sulla gestione privacy”

Risposta privata - Zuckerberg ha risposto a una mail privata di Robert Scoble, entusiasta fan del web 2.0, che gli ha chiesto il permesso per pubblicare la poco formale replica. Nella mail il CEO di Facebook ammette di aver commesso ultimamente dei grossolani errori, si dichiara molto disponibile a modifiche che rispondano alle effettive richieste degli utenti del sito e intende continuare a migliorare il servizio, annunciando prossime novità. Il caso è emblematico perché, almeno finora, il patron del sito più social del web ha sempre dichiarato, per mezzo di comunicazioni formali, il suo intento in una rete sociale sempre più pubblica, profilata e automaticamente connessa.

Sempre meno lo amano - Facebook sta cercando di risolvere la questione privacy, prima che l'emoraggia di utenti possa diventare incontenibile. Infatti secondo un recente sondaggio della società di sicurezza e consulenza Sophos, almeno il 60% del campione di 1580 utenti si dichiara intenzionato a lasciare prossimamente il servizio.

Imminente annuncio? - La risposta di Zuckerberg sembra l'antipasto della soluzione: nell'aria si annusa un prossimo annuncio o un lancio in grande stile, atto a risolvere la questione che, negli ultimi mesi, è andata esponenzialmente crescendo, fino a conquistare la copertina del Time.

24 maggio 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us