Scienze

Tre pazienti paralizzati tornano a camminare grazie a elettrodi impiantati nel midollo spinale

L'impianto di elettrodi nel midollo spinale ha consentito a tre persone paralizzate di tornare a camminare.

Tre uomini completamente paralizzati tornano a camminare. La notizia ha fatto il giro del mondo dopo la pubblicazione su Nature Medicine dello studio che la annunciava: a condurlo è stato un team di ricercatori dell'Istituto Federale Svizzero di Tecnologia (EPFL) e del Centro ospedaliero universitario del Vaud a Losanna che hanno applicato il loro sistema su tre pazienti con lesioni spinali complete. In che cosa consiste esattamente questo sistema? In elettrodi impiantanti direttamente sul midollo spinale che simulano il lavoro che il cervello fa quando dà istruzione agli arti di muoversi.

Segnali bloccati. Le lesioni al midollo spinale bloccano il passaggio dei segnali elettrici che dal cervello consegnano istruzioni ai nervi responsabili del movimento degli arti. Sono lesioni che raramente guariscono e che causano varie forme di paralisi. Come bypassare queste lesioni? Il team, guidato dal neuroscienziato Grégoire Courtine e dalla neurochirurga Jocelyne Bloch, lavora da anni proprio sulla stimolazione elettrica per riattivare i neuroni spinali.

Imitazione. In questo caso – con una sperimentazione che ha coinvolto tre persone con una lesione completa del midollo - è stato necessario impiantare con un'operazione chirurgica elettrodi direttamente sul midollo spinale, sotto le vertebre: sono questi elettrodi ad emettere impulsi elettrici che imitano i segnali che circolano sul midollo spinale.

Gli elettrodi sono infatti collegati a un software di intelligenza artificiale: «Controllando questi impianti possiamo attivare il midollo spinale come il cervello farebbe naturalmente per far stare il paziente in piedi, camminare, nuotare o andare in biclicetta», spiega Grégoire Courtine. 

Un italiano. Uno dei partecipanti alla sperimentazione è Michel Roccati, un trentenne italiano rimasto paralizzato a seguito di un incidente in moto quattro anni fa. Lo scorso dicembre ha provato il sistema, sfidando la sua lesione e il vento gelido del centro di Losanna. Al deambulatore di Michel sono stati applicati due piccoli telecomandi collegati senza fili a un tablet che, a sua volta, inoltra i segnali a un pacemaker impiantato nell'addome di Michel.

È il pacemaker a trasmettere i segnali all'elettro-catetere impiantato nel midollo: vengono così stimolati neuroni specifici che attivano il movimento di Michel. Michel, che dopo un solo giorno dall'impianto era già in grado di controllare i movimenti del busto, dopo 5 mesi di riabilitazione specifica ha afferrato il deambulatore e si è messo a camminare. Non solo: grazie al software, è anche in grado di pedalare e nuotare. 

Due dei tre pazienti con lesione spinale completa che hanno partecipato alla sperimentazione all'Istituto Federale Svizzero di Tecnologia (EPFL). Camminano con un deambulatore dopo 5 mesi di riabilitazione. A sinistra, l'italiano Michel Roccati.
Due dei tre pazienti con lesione spinale completa che hanno partecipato alla sperimentazione all'Istituto Federale Svizzero di Tecnologia (EPFL). Camminano con un deambulatore dopo 5 mesi di riabilitazione. A sinistra, l'italiano Michel Roccati. © NeuroRestore / Jimmy Ravier
8 febbraio 2022 Anita Rubini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us