Scienze

Ecco perché la temperatura della Terra non cresce più

Perché negli ultimi anni la temperatura terrestre non cresce più come negli anni Ottanta? Forse perché il riscaldamento globale è rallentato? O forse...

Perché negli ultimi anni la temperatura terrestre non cresce più come negli anni Ottanta? Forse perché il riscaldamento globale è rallentato? O forse perché era una bufala sostenuta da una cerchia di ricercatori con interessi a far girare questa idea? A queste domande gli “scettici” del riscaldamento globale si sono aggrappati dal 1998 ad oggi, da quando cioè la temperatura terrestre non sembra più crescere come negli anni ’70, ’80 e ’90. Anche perché i sostenitori del riscaldamento e globale e conseguenze annesse non riuscivano a dare una risposta esaustiva. Ma ora la scienza sembra aver spiegato questo paradosso. Tutto dipende dal naturale raffreddamento di una parte dell’Oceano Pacifico. Sebbene l’area di queste acque più fredde coprano una superficie del pianeta che corrisponde a solo l’8%, il raffreddamento di tali acque è in grado di rallentare il riscaldamento globale causato dall’aumento dell’anidride carbonica immessa nell’atmosfera. Tutti gli scienziati dell’atmosfera sanno che quest’area del pianeta è una sorta di motore importante per il comportamento dell’atmosfera stessa. La ricerca è stata pubblicata su Nature. Prepariamoci al peggio tra pochi anni
Lo studio è stato realizzato da Shang_Ping Xie dello Scripps Institution of Oceanography. “Ci sono due possibilità per spiegare quanto sta avvenendo –spiega il ricercatore. La prima vuole che il vapore acqueo, la fuliggine e altri aerosol nell’atmosfera abbiano riflesso la luce del Sole più che nel passato e questo abbia avuto un effetto di raffreddamento sulla Terra. La seconda è la variabilità naturale del clima stesso che ha avuto un impatto notevole sull’Oceano Pacifico, facendo raffreddare le sue acque su un’ampia superficie”. In questa zona del pianeta esiste una situazione nota a tutti che raffredda le acque ed è La Nina, una situazione che si alterna al Nino e che porta le acque a raffreddarsi. Ma Xie ha puntato le sue ricerche su quella che viene chiamata Oscillazione Pacifica Decadale o PDO che ha cicli molto più lunghi che non La Nina. Xie ha dunque realizzato un modello climatico che tiene conto sia dell’aumento dell’anidride carbonica nell’atmosfera che della PDO e: “Tutto viene spiegato – sostiene il ricercatore. Viene spiegato il rallentamento dell’aumento della temperatura terrestre e anche alcuni altri paradossi come ad esempio le ondate di calore del 2003 in Europa, del 2010 in Russia e del 2012 negli Stati Uniti”. La soluzione a questi problemi sta nel fatto che la temperatura del pianeta si è comportata in modo diverso in inverno e in estate. “L’influenza dell’Oceano Pacifico è più forte in inverno e più debole in estate così che la CO2 può influenzare maggiormente le aree polari e questo spiega le ondate di calore e i minimi storici nell’espansione dei ghiacci artici”. In altre parole la ricerca ha scoperto perché c’è in atto un rallentamento nella crescita della temperatura terrestre nonostante l’aumento continuo dell’anidride carbonica che viene immessa nell’atmosfera. Il raffreddamento tuttavia, non durerà a lungo (pochi anni? 10 anni? 20 anni?), ma in ogni caso quando la PDO terminerà il suo effetto, la crescita della temperatura tornerà prepotentemente a farsi sentire. Prepariamoci, dunque.

29 agosto 2013 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Qual è la "retta via" indicata dal Corano e dalla Sunna? Come si riflette la Sharìa – la legge divina islamica - sulla vita delle persone e sugli equilibri fra mondo musulmano e occidente? Viaggio nel fondamentalismo religioso, islamico e non solo, per capire cosa succede quando la parola di Dio viene presa alla lettera, non tiene conto dei cambiamenti storici e sociali e si insinua nella politica.

ABBONATI A 29,90€

Come sarà la città del domani? Pulita, tecnologica, intelligente, come quella in costruzione vicino a Tokyo. E in giro per il mondo ci sono altri 38 progetti futuristici che avranno emissioni quasi azzerate nel nome della salute e dell’ambiente. Inoltre, le missioni per scoprire Venere; come agisce la droga dello stupro sul cervello; il paradosso del metano, pericoloso gas serra ma anche combustibile utile per la transizione energetica.

ABBONATI A 29,90€
Follow us