Scienze

E per pranzo? Il vicino di casa.

Il cannibalismo non era poi così raro come si pensa. Ce lo dicono alcuni geni che proteggono dai prioni.

E per pranzo? Il vicino di casa.
Il cannibalismo non era poi così raro come si pensa. Ce lo dicono alcuni geni che proteggono dai prioni.

Il cannibalismo non è limitato ad alcune occasioni rituali, come in questa incisione che ritrae alcuni indigeni dei Caraibi.
Il cannibalismo non è limitato ad alcune occasioni rituali, come in questa incisione che ritrae alcuni indigeni dei Caraibi.

Sembra che il cannibalismo non fosse una rarità tra i nostri antenati, anzi. Lo afferma uno studio che prende in esame la struttura del nostro patrimonio genetico. John Collinge, dell'University College di Londra, ha studiato il Dna di oltre 2000 persone e ha scoperto che in tutto il mondo è diffuso un gene mutato che protegge dalle malattie da prioni (come il kuru o la malattia di Creutzfeldt-Jacob, cioè la variante umana del morbo della mucca pazza). Poiché, dice Collinge, le malattie da prioni si diffondono quasi solo nutrendosi di carne contaminata, e in particolare di carne di altri individui della stessa specie, la vasta diffusione del gene mutato può avere due sole cause.
O si è sviluppato molto presto nell'evoluzione (ed è rimasto nel nostro patrimonio genetico perché serviva), o la necessità di averlo per proteggerci dai prioni ha contribuito alla sua diffusione. In entrambi i casi, questi geni possono essersi diffusi solo se sono stati sottoposti alla selezione naturale. La loro antichità e la diffusione a livello mondiale fa così pensare che la pratica di nutrirsi di carne di altri individui fosse piuttosto diffusa. Prove paleontologiche sembrano dimostrare infatti che già gli uomini di Neanderthal si nutrissero dei propri simili.

(Notizia aggiornata al 11 aprile 2003)

10 aprile 2003
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us