Scienze

È nato prima Adamo o Eva?

Alcuni studi hanno stabilito chi tra l'Eva e l'Adamo genetici, cioè gli antenati comuni dell'intera umanità, è nato prima.

Sembra proprio che Adamo ed Eva fossero coetanei. Recenti studi evidenziano come l'Eva e l'Adamo genetici, cioè gli antenati comuni dell'intera umanità, possano essere collocati in una finestra temporale sovrapponibile, compresa tra i 100 e i 148.000 anni fa per Eva, e tra i 120 e i 156.000 anni fa per la controparte maschile. La contemporaneità era tutt'altro che scontata, perché da ciascuno dei due antenati derivano solo alcune porzioni del nostro Dna, che sono presenti in tutti gli individui che popolano oggi il mondo, ma che potrebbero essere entrate a far parte stabilmente del patrimonio genetico anche in tempi diversi e in modo indipendente.

Orologio molecolare. Per risalire a tale periodo è stato utilizzato il metodo dell'orologio molecolare, che permette di stimare quanto sia antico un determinato tratto genetico sfruttando il fatto che alcune regioni del Dna si modificano a ritmo costante nel tempo. I tratti di genoma analizzati sono il cromosoma Y per Adamo, che viene trasmesso dal padre ai figli maschi, e il Dna dei mitocondri per Eva, passato dalle madri ai figli. Entrambi, infatti, si trasmettono identici, senza che ci siano variazioni dovute al rimescolamento con il materiale genetico del genitore di sesso opposto.

15 giugno 2022
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us