Doppia faccia (con sorpresa) di un vulcano dallo Spazio

Il satellite Landsat ha fotografato l'eruzione del Paluweh, in Indonesia, alla luce visibile e all'infrarosso. Un duplice ritratto che svela un segreto...

vulcanoindo1
Il vulcano Paluweh alla luce visibile. L'isola indonesiana è larga circa 15 chilometri, il pennacchio di fumo è oltre 3 volte più alto. Photo credit: Robert Simmon, NASA's Earth Observatory, using data from USGS and NASA.

Un pennacchio di fumo e cenere alto 50 chilometri si erge da un'isola verde come le foreste che la ricoprono; intorno, solo il blu del mare. È pieno di colori il ritratto che l'ultimo satellite della Landsat Data Continuity Mission, lanciato a marzo dalla Nasa, ha realizzato il 29 aprile 2013 passando sopra il Mare di Flores, in Indonesia. Nel suo mirino è finito il vulcano Paluweh, in eruzione dalla fine del 2012.

Ma se l'Operational Land Imager, uno degli strumenti di bordo, ha scattato questa foto, il Thermal Infrared Sensor (TIRS) ha fatto anche di meglio. Questo secondo sensore sensibile a lunghezze d'onda di 10,6 - 11,3 micron (l'occhio umano arriva a percepire onde fino a 0,7 micron), ha identificato il punto caldo del vulcano, che nella foto alla luce visibile, complice la fitta nube di fumo, rimane nascosto (vedi a fine notizia come cambia il vulcano nelle diverse lunghezze d'onda)

Nella foto del TIRS si nota un puntino di luce, che rappresenta la lava che scorre dalla bocca del vulcano, circondato da una macchia più scura: questa indica invece le ceneri vulcaniche circostanti, più fredde della lava. Il punto caldo e l'area più fredda appaiono in una risoluzione estremamente definita (circa 100 metri per pixel) mentre in questi casi capita spesso di vedere le zone più calde "spixelarsi" e apparire più ampie di quanto non siano. L'intera isola è larga circa 15 chilometri.

I due strumenti, con un incredibile lavoro di squadra, forniscono una panoramica inedita dello stesso vulcano (vedi sotto).
Landsat è una "famiglia" di satelliti della Nasa e del servizio geologico degli Stati Uniti (USGS) che da oltre 40 anni osservano la terra per studiare l'ambiente, le risorse, e i cambiamenti naturali e artificiali avvenuti sulla superficie terrestre. L'ultimo satellite, che a breve sarà ribattezzato Landstat 9, è equipaggiato con gli strumenti più sofisticati oggi disponibili.
Un'ultima curiosità: osservate la nube di fumo che fuoriesce dalla montagna nella foto agli infrarossi. Appare più scura, ed è quindi più fredda, dell'acqua sottostante.

Ti potrebbero interessare anche:

Spettacolo alle Hawaii: la lava del Kilauea si tuffa nell'oceano
Dentro a un vulcano della Kam?atka: la foto navigabile
Le più belle foto di vulcani dal mondo

Il punto caldo, caratterizzato dalla fuoriuscita di lava, del Paluweh visibile nella foto agli infrarossi. Photo credit: Robert Simmon, NASA's Earth Observatory, using data from USGS and NASA.

before
after

08 Maggio 2013 | Elisabetta Intini