Focus

Dopo un sisma nascono meno maschi?

Potrebbe esistere una connessione tra il sesso dei nascituri e le catastrofi, come è successo a Kobe nel 1995 o a Bam, in Iran, nel 2003.

h_7.14044744
Alcuni sfollati si riparano in una scuola elementare a Kobe dopo il terremoto del 1995. | Q. Sakamaki/Redux/contrasto

Nei mesi successivi a eventi traumatici, catastrofi naturali o conflitti, nascono meno figli maschi. Casi di questo tipo sono stati documentati in varie regioni in seguito a terremoti violenti, come quello di Kobe, in Giappone, nel 1995, della città iraniana di Bam del 2003 o dell’Aquila.

 

Stress. Le ragioni di questo fenomeno sono probabilmente legate allo stress fisico e fisiologico che un evento del genere provoca nelle madri in gravidanza. Gli embrioni maschili richiedono maggiori energie e risorse perché lo sviluppo possa essere completato; un trauma incrementa le possibilità di un aborto spontaneo, che per i maschi è già di per sé più frequente.

 

30 aprile 2015