Scienze

Dinosauri: l'Oviraptor covava le sue uova come un uccello

In Cina la scoperta di un fossile di Oviraptor appollaiato su un nido pieno di uova, alcune delle quali in fase di schiusa e contenenti embrioni.

Dalla provincia di Jiangxi, nel sud della Cina, arriva una notizia importante per la paleontologia: la scoperta di un fossile che comprende un dinosauro Oviraptor seduto sopra un nido pieno di uova, alcune delle quali con ancora all'interno i nascituri. È la prima volta che un dinosauro non-aviano (un'espressione che indica tutti i dinosauri diversi dagli uccelli) viene trovato su uova contenenti i resti di embrioni.
 
Il fossile è stato rinvenuto in uno strato di rocce del Cretaceo di 70 milioni di anni fa e consiste nei resti di almeno otto animali: il genitore, non è chiaro se la madre o il padre, e sette piccoli Oviraptor ancora protetti dal guscio, quasi sul punto di iniziare la schiusa.

Il fossile scoperto in Cina. Dell'adulto si distinguono le zampe anteriori e posteriori, le pelvi e parte della coda. Non è chiaro se incaricato della cova fosse il padre, come avviene in diverse specie di uccelli, o la madre: il genere del dinosauro non è stato determinato. © Shundong Bi/Indiana University of Pennsylvania

Colto sul fatto. L'animale fu sorpreso dalla morte mentre se ne stava appollaiato su 24 uova, almeno 7 delle quali hanno conservato gli scheletri parziali di embrioni che non videro mai la luce. La maturità della nidiata e la prossimità con il corpo dell'adulto indicano fortemente che il dinosauro stesse incubando le uova, come un moderno struzzo, e non le stesse semplicemente sorvegliando come fanno invece i coccodrilli. È una differenza cruciale sulla quale si dibatteva da tempo, in mancanza di fossili che "fotografassero" l'incubazione in corso.
 
Le analisi degli isotopi di ossigeno nelle uova suggeriscono che stessero incubando a temperature elevate, tra i 30 e i 38 gradi °C, e che quindi il dinosauro fosse lì sopra a scaldarle da molto tempo: «Questo dinosauro era un genitore amorevole che diede la vita per i suoi piccoli», spiega Matt Lamanna, paleontologo del Carnegie Museum of Natural History (Pennsylvania), tra gli autori dello studio. «Sebbene alcuni oviraptoridi adulti siano stati scoperti sui nidi prima d'ora, in quelle uova non era ancora stato trovato alcun embrione». Mancava cioè la "pistola fumante" per confermare che l'animale si stesse prendendo cura della nidiata.

Schiusa asincrona. Un aspetto interessante è che alcuni embrioni appaiono più maturi di altri: è possibile che la schiusa avvenisse in tempi lievemente diversi per le varie uova, un tratto che si pensava si fosse evoluto molto più tardi e soltanto in alcuni tipi di uccelli, e che invece deve essere apparso in modo indipendente in uccelli e dinosauri. Può darsi che le uova fossero deposte tutte insieme ma che quelle nello strato superiore, più vicino al corpo dell'adulto, si schiudessero per prime: senza dati a sufficienza, questa resta soltanto un'ipotesi.

Ricostruzione della posizione dell'adulto sulle uova. Le ossa disegnate in bianco sono quelle effettivamente ritrovate nel fossile parziale. © Bi et al., Science Bulletin, 2020

Un peso sullo stomaco... Nella regione addominale dell'adulto sono stati inoltre recuperati alcuni sassi, quasi certamente gastroliti, pietre inghiottite deliberatamente per aiutare la digestione come avviene ancora oggi per molti animali, tra i quali uccelli erbivori e coccodrilli.

28 marzo 2021 Elisabetta Intini
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia torna con un nuovo numero ricco di approfondimenti appassionanti. Questo mese, uno speciale dedicato al fallito attentato a Hitler del 20 luglio 1944. Scopri come Claus von Stauffenberg pianificò l'Operazione Valchiria, la spietata rappresaglia che ne seguì e gli incredibili colpi di fortuna che salvarono il Führer da 40 attentati.

Esaminiamo anche come Stalin riuscì a sopravvivere ai numerosi tentativi di eliminarlo e i rischi corsi da Mussolini.

Esploriamo poi le grandi imprese come la conquista del K2, la spedizione che scalò la seconda cima più alta del mondo e la storia delle crociere con “E il navigar m’è dolce”, tra balli, sport, cibo e divertimento.

Raccontiamo la Grande Guerra attraverso le cartoline dell’epoca e vi diamo un'anteprima di una bella mostra a Buckingham Palace con le foto private dei reali.

Approfondiamo la storia del servizio di leva e delle Olimpiadi antiche, e rivivi l'epoca d'oro della televisione italiana con Corrado.

Non perdere questo numero di Focus Storia!

ABBONATI A 29,90€

Focus torna con un nuovo numero ricco di spunti e approfondimenti. Questo mese, ci immergeremo nel complesso mondo delle relazioni amorose, esplorando le basi scientifiche che le rendono durature e felici.

Cosa rende un amore duraturo? Quali sono i segreti delle coppie che superano le sfide del tempo? Focus risponde a queste domande svelando i meccanismi ormonali e fisiologici dei legami più solidi. Scopri il tuo profilo di coppia con un test utile e divertente per comprendere meglio la tua relazione.

Esploriamo anche il mondo della scienza e della tecnologia, dall'internet quantistica all'atomtronica, celebriamo il centenario dei planetari e scopriamo i segreti dell'alpinismo estremo.

Non perdere questo numero di Focus: conoscenza, passione e scoperta ti aspettano in ogni pagina!

ABBONATI A 31,90€
Follow us