Dinosauri notturni

Negli occhi dei dinosauri, una proteina che vede di notte.

2002911165251_14

Dinosauri notturni
Negli occhi dei dinosauri, una proteina che vede di notte.
Il piccolo occhio di un tirannosauro poteva forse vedere nella penombra.
Il piccolo occhio di un tirannosauro poteva forse vedere nella penombra.
Nonostante Jurassic Park, non c'è possibilità di ricreare il corpo di un dinosauro. Ma la ricostruzione al computer della rodopsina (una proteina che molti animali usano per vedere) ha permesso di ricomporre la struttura della stessa proteina usata dai dinosauri, o meglio, dagli arcosauri, gli antenati dei grossi rettili dominanti. Un gruppo di ricerca della Rockfeller University di New York ha ricostruito la sequenza di aminoacidi delle rodopsine tipiche di molte specie viventi, dal cane alla mucca a un pesce a un anfibio. Poi, conoscendo il grado di parentela genetica degli animali, è stata ricreata la rodopsina dei dinosauri.
Uccelli e rettili. La proteina ricostruita funziona alla perfezione, perché si lega a un'altra sostanza presente negli occhi di tutti gli animali. Assorbe di preferenza la luce nella parte più rossa dello spettro visivo, proprio come la rodopsina degli animali notturni. Non si sa di preciso perché la rodopsina degli arcosauri (e quindi probabilmente anche quella dei dinosauri) dovesse essere più sensibile alla luce rossa, a meno che non fossero anch'essi notturni.

(Notizia aggiornata al 12 settembre)

11 Settembre 2002