Scienze

Decisioni affrettate? Colpa della dopamina

Uno studio svela che il rapporto tra la velocità e la precisione con cui agiamo è influenzato dalle quantità di dopamina rilasciate dal nostro cervello.

Da acquisti dell'ultim'ora al supermercato a ordinazioni sbagliate al ristorante, fino alla scelta tra due itinerari alternativi in macchina. A chi non è mai capitato di prendere delle decisioni in tutta fretta, salvo accorgersi poco dopo di essere stato troppo superficiale? Secondo la scienza sarebbe tutta colpa della dopamina, neurotrasmettitore prodotto dal cervello capace di regolare tempi e modi con cui portiamo a termine queste azioni.

Variazioni artificiali. In uno studio pubblicato sulla rivista Nature Communications, un team internazionale di ricercatori di diverse università europee, tra cui l'Institute for Systems Neuroscience dell'università di Amburgo (Germania), ha osservato il comportamento di 31 volontari di sesso maschile a cui è stato chiesto di associare dei simboli astratti a ricompense. I partecipanti sono stati divisi tre gruppi, in modo da poter modificare artificialmente i livelli di dopamina presenti nel loro organismo. Nel dettaglio, nei primi due insiemi il rilascio della stessa è stato aumentato con la somministrazione di appositi farmaci, mentre il terzo ha ricevuto un placebo che ha mantenuto invariata la sua quantità.

Velocità vs precisione. Con l'aiuto di appositi modelli informatici e basandosi sui tempi di reazione dei partecipanti, gli scienziati hanno in seguito analizzato i processi decisionali e di apprendimento in relazione alla presenza di dopamina. Ebbene, a differenza che nel gruppo di controllo, in tutte le persone che avevano assunto farmaci il rapporto tra rapidità e precisione delle azioni veniva modificato in modo significativo, portandoli a essere più rapidi, ma anche a commettere più errori. In breve, quanto più velocemente agivano, tanto più si dimostravano imprecisi. Non è chiaro, tuttavia, se questo automatismo sia riscontrabile anche nelle decisioni non legate direttamente a delle ricompense, circostanza ancora da approfondire.

Modelli promettenti. Oltre a condizionare, tra le altre cose, l'umore e varie funzioni cognitive (come memoria e concentrazione), controllando la risposta motoria agli stimoli forniti al nostro organismo, la dopamina potrebbe essere l'ago della bilancia in grado di regolare due opposte tendenze: da un lato la volontà di reagire lentamente riducendo il margine di errore, dall'altro quella di risparmiare tempo compiendo azioni in modo rapido, ma rischiando di essere meno precisi.

5 ottobre 2023 Massimo Manzo
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Focus Storia ci porta indietro al 1914, l'anno fatale che segnò l'inizio della Prima Guerra Mondiale. Attraverso un'analisi dettagliata degli eventi, delle alleanze politiche e degli imperi coloniali, la rivista ricostruisce il contesto storico che portò al conflitto.

Scopriremo le previsioni sbagliate, le ambiguità e il gioco mortale delle alleanze che contribuirono a scatenare la guerra. Un focus sulle forze in campo nel 1914 ci mostrerà l'Europa divisa in due blocchi pronti allo scontro, mentre un'analisi delle conseguenze della pace di Versailles ci spiegherà perché non durò a lungo.

Non mancano le storie affascinanti come quella di Agnès Sorel, amante di Carlo VII, e di Moshe Feldenkrais, inventore dell'omonimo metodo terapeutico. Un viaggio nell'arte ci porterà alla scoperta della Street Art e della Pop Art nel nuovo JMuseo di Jesolo, mentre uno sguardo alla scienza ci farà conoscere le scienziate che non hanno avuto i meritati riconoscimenti.

ABBONATI A 29,90€

Focus si immerge nel Mediterraneo con un dossier speciale: un ecosistema minacciato, ma ricco di biodiversità e aree marine protette cruciali. Scopriremo l'importanza della Posidonia oceanica e le minacce alla salute del mare.

La rivista esplora anche scienza e tecnologia, svelando i segreti dei papiri di Ercolano e portandoci dietro le quinte del supercomputer Leonardo. Un viaggio nell'archeoastronomia e un'inchiesta sul ruolo del tatto nella società umana arricchiscono il numero.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con un focus sull'Alzheimer e consigli per migliorare il sonno. La tecnologia è protagonista con uno sguardo al futuro dei gasdotti italiani e alle innovazioni nel campo delle infrastrutture. Infine, uno sguardo all'affascinante mondo dell'upupa.

ABBONATI A 31,90€
Follow us