Scienze

Dal meccanico le ibride costano come le auto a benzina

Mantenerle costa come quelle a benzina.

Le automobili ibride fanno sempre più notizia: stando alle previsioni, il 2011 sarà il loro anno, grazie ai nuovi modelli che si affacciano sul mercato. Mantenerle costa tanto oppure no?

Ibrido 2011 - Con il cambio di data arriverà il nuovo modello di Toyota Prius ibrida e anche Honda proporrà una nuova automobile per il segmento B, la Honda Jazz Hybrid. Ma con l'arrivo di nuovi o rinnovati modelli ibridi, in molti si chiedono se la spesa vale l'impresa, dato che i costi di uso e manutenzione delle automobili ibride sono ritenuti piuttosto alti.

Ricerca sulla Prius - Un'analisi americana svela però che si tratta di una leggenda urbana: in USA sono diffusi i modelli di automobili ibride, tra cui primeggia la Toyota Prius, ormai da un decennio. La piccola ibrida di Toyota è stata venduta in circa 900.000 esemplari, per cui è possibile individuare qualche parametro.

Questione batterie - Molte delle Prius circolanti in USA, soprattutto i vecchi modelli, hanno un chilometraggio di 150.000 miglia e stanno ancora utilizzando le vecchie batterie originali al nickel. Il costo medio per sostituire le batterie, in caso di bisogno, negli Stati Uniti si aggira intorno ai 3000 dollari, ma è possibile intervenire sul pacco batterie della Prius anche spendndo di meno, ad esempio cambiando solo alcune celle al posto del pacco completo.

Analisi meccanica - Un altro dato da analizzare sono i costi per freni e olio: i freni in genere tendono a durare di più, dato che vengono supportati dal sistema elettro-assistito e, almeno in teoria, il motore elettrico consente di ridurre i cambi dell'olio, dato che il motore a scoppio viene utilizzato per minor tempo. E, anche il consumo del carburante, per effetto dell'uso ibrido, incide notevolmente meno rispetto alle automobili in versione normale.

Eco-auto: i top e i flop del 2010. C'è anche la tua?

27 novembre 2010
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us