Cugini dalle agili mani

Gli uomini di Neanderthal non erano bruti senza destrezza. Lo dimostra una simulazione delle loro dita.

2003327143647_14

Cugini dalle agili mani
Gli uomini di Neanderthal non erano bruti senza destrezza. Lo dimostra una simulazione delle loro dita.
Le ossa fossili di un uomo di Neanderthal, scoperte a nel 1908 in una caverna di La Chapelle-aux-Saints, in Francia. Le loro mani potevano afferrare come le nostre.
Le ossa fossili di un uomo di Neanderthal, scoperte a nel 1908 in una caverna di La Chapelle-aux-Saints, in Francia. Le loro mani potevano afferrare come le nostre.
Alcune ipotesi sulla scomparsa degli uomini di Neanderthal affermano che i nostri lontani cugini non fossero particolarmente abili con le mani, e che questo handicap abbia in parte causato la loro estinzione. Una ricostruzione tridimensionale del pollice e dell'indice di un fossile di Neanderthal dimostra come quest'ipotesi sia sbagliata. Alcuni ricercatori di due università statunitensi hanno pubblicato sulla rivista Nature la loro ricerca. Basandosi sul calco di un fossile trovato a La Ferrassie, digitalizzato attraverso un laser per produrre un modello tridimensionale, sono stati simulati i possibili movimenti delle dita stesse, tenendo conto della posizione e della struttura delle articolazioni.
I movimenti, specie quelli di precisione, sono risultati molto simili a quelli possibili per una mano “umana”. Anzi, se si guardano alcuni particolari anatomici, sembra che il pollice dei neandertaliani fosse anche più mobile di quello degli uomini moderni. Anche l'indice aveva movimenti molto simili a quelli delle nostre mani. I ricercatori si chiedono quindi, visto che anche quest'ipotesi non regge, quale sia stata la causa della scomparsa di Homo neanderthalensis.

(Notizia aggiornata al 30 marzo 2003)

26 Marzo 2003