Il sedile del water è davvero il posto più sporco in casa?

Il sedile del water? Sfatiamo un mito: secondo ricercatori e scienziati non è il posto più sporco tra le cose che tocchiamo ogni giorno. Lo battono lo schermo del cellulare, i soldi, lo spazzolino da denti e...
Disclaimer: Eugenio Spagnuolo e Focus non consigliano di tagliare, preparare o mangiare qualsiasi cibo sull'asse del water ;-)

telefonocon_h_9.01480296con_h_00047308con_h_5.02030570con_h_9.01396176con_h_7.14556649con_h_13.01413559con_h_16.14541243con_h_5.02184992con_h_7.14199105Approfondimenti
telefono

Smartphone La toilette? Con 50 batteri per cm quadrato, non è il posto più sporco che puoi incontrare. Altre superfici insospettabili lo sono molto di più.
Gli smartphone sono una trappola per le cellule morte della pelle, il che li rende il terreno di coltura ideale per germi e batteri; in media hanno 18 volte più germi potenzialmente nocivi di una maniglia di una toilette maschile. Come è possibile? Oltre l'80% dei batteri che sta sulle nostre dita finisce anche sui nostri schermi, secondo uno studio dell'Università dell'Oregon. E il 40% degli intervistati di una ricerca ha ammesso di usare il cellulare, mentre è seduto... sul water. Il che spiegherebbe una parte del vasto catalogo dei germi da schermo.
L'identikit dei principali "mostri" che vivono sul tuo smartphone

con_h_9.01480296

Spugne e strofinacci Secondo Chuck Gerba, professore di microbiologia presso l'Università dell'Arizona, ci sono circa 5 milioni di batteri per cm quadrato su una spugna, e mezzo milione su uno strofinaccio. In molti studi le spugne da cucina sono risultate gli oggetti più "sporchi" di casa: una spugna da cucina sarebbe 100.000 volte più sporca di una tavoletta del wc, e uno strofinaccio lo è 10.000 volte di più. Uno dei motivi è che temendo la sporcizia del sedile del water, lo puliamo regolarmente. Cosa che non facciamo con altre superfici a rischio.

con_h_00047308

Lo spazzolino da denti In media è la patria di più di 10 milioni di batteri, tra cui E. coli e stafilococco, secondo i ricercatori britannici dell'Università di Manchester. Scambiarlo è una pessima abitudine: ci si potrebbe passare carie e gengivite. E all'Università dell'Alabama recentemente hanno scoperto che i nostri spazzolini sono contaminati anche da germi fecali. Consigli? Senza diventare paranoici, sciacquarli bene prima e dopo l'uso, conservarli con le setole verso l'alto, separati l'uno dall'altro e senza coprirli o chiuderli in astucci (l'ambiente chiuso favorisce la proliferazione dei batteri).

con_h_5.02030570

Telecomandi La metà dei telecomandi TV è risultato positivo ai rhinovirus in uno studio della Università della Virginia. Quelli delle TV degli hotel sono i peggiori: maneggiati da numerosi ospiti in una settimana, e raramente ripuliti.

con_h_9.01396176

Il ghiaccio nei locali Il quotidiano inglese The Daily Mail ha realizzato un'indagine, scoprendo che il ghiaccio servito in 6 su 10 dei più popolari fast food londinesi contiene più batteri rispetto all'acqua trovata nei loro gabinetti. Gli esperti, consultati dal giornale, dicono che potrebbe essere dovuto al fatto che le macchine per il ghiaccio non vengono pulite molto spesso. Nessuno dei campioni trovati presentava un pericolo immediato per la salute, ma quattro contenevano tali livelli elevati di microbi da far considerare quei ristoranti un "rischio igienico", secondo gli standard britannici (peraltro più elastici di quelli italiani).

con_h_7.14556649

I soldi Nel primo studio completo del DNA sul dollaro, i ricercatori del progetto Dirty Money della New York University hanno scoperto che la valuta è un mezzo di scambio per centinaia di diversi tipi di batteri quando le banconote passano di mano in mano. I ricercatori della New York University hanno identificato 3.000 tipi di batteri su una serie di banconote da un dollaro raccolti a New York. Tra questi, il batterio che provoca l'acne e altri collegati a ulcere gastriche, polmonite, intossicazioni alimentari e infezioni da stafilococco. Addirittura secondo gli scienziati, il denaro trasporterebbe alcuni geni responsabili della resistenza agli antibiotici.
Leggi la notizia

con_h_13.01413559

Shopper In almeno la metà delle borse della spesa riutilizzabili testate dai ricercatori della Università dell'Arizona sono stati trovati batteri fecali. Strano, ma vero: la nostra biancheria intima ne avrebbe molti di meno - perché la laviamo più frequentemente.

con_h_16.14541243

I cuscini Rob Dunn, biologo della North Carolina State University, ha studiato la composizione delle forme di vita microscopiche biologiche in 1.000 case. E i cuscini si sono rivelati particolarmente "sporchi" di cellule morte, funghi, materia fecale. Senza contare gli acari: una ricerca dell'Università del Missouri ha dimostrato che il peso di un cuscino aumenta nel tempo a causa della quantità di acari che si accumulano al suo interno.

con_h_5.02184992

I seggiolini dei bambini Analizzando con tamponi un campione di 20 auto e abitazioni, un gruppo di ricercatori dell'Università di Birmingham, nel Regno Unito, hanno scoperto che su un seggiolino da bambino (di quelli che usiamo in auto o a casa), ci sono circa 100 batteri e funghi ogni centimetro quadrato. In una toilette ce ne sarebbero solo 50, cioè la metà.

con_h_7.14199105

La tastiera del computer In un recente studio condotto da un'associazione di consumatori britannica, i ricercatori hanno trovato sulle tastiere una serie di batteri e germi potenzialmente dannosi, tra cui E. coli e stafilococco. Quattro tastiere su 33 analizzate avevano abbastanza germi da potere essere considerate un rischio per la salute. Una di esse aveva livelli di germi cinque volte superiori a quelli che si trovano su un sedile del water. A proposito... da quanto tempo non pulisci la tastiera del tuo pc?

Smartphone La toilette? Con 50 batteri per cm quadrato, non è il posto più sporco che puoi incontrare. Altre superfici insospettabili lo sono molto di più.
Gli smartphone sono una trappola per le cellule morte della pelle, il che li rende il terreno di coltura ideale per germi e batteri; in media hanno 18 volte più germi potenzialmente nocivi di una maniglia di una toilette maschile. Come è possibile? Oltre l'80% dei batteri che sta sulle nostre dita finisce anche sui nostri schermi, secondo uno studio dell'Università dell'Oregon. E il 40% degli intervistati di una ricerca ha ammesso di usare il cellulare, mentre è seduto... sul water. Il che spiegherebbe una parte del vasto catalogo dei germi da schermo.
L'identikit dei principali "mostri" che vivono sul tuo smartphone