Focus

Il corpo umano al microscopio

L’interno, normalmente invisibile, del corpo umano è ancora più meraviglioso del suo esterno. La prova? È in queste fotografie.

4 mesi di vita intensa. La nascita di un globulo rosso. Vivrà 4 mesi. In una sola goccia di sangue ve ne sono circa 5 milioni e trasportano ossigeno a tutto l’organismo.

Pelle nuova in 28 giorni. Una scaglia di pelle. Nello strato più profondo dell’epidermide, si trovano giovani cellule che migrano ciclicamente verso la superficie e poi muoiono trasformandosi in cheratina. Ne perdiamo fino a 2-3 grammi al giorno.
Ognuno di noi nella vita produce oltre 20 chili di “pelle morta”: è il peso di una bimba di 6 anni.

Un fascio di nervi. La cosiddetta “cauda equina” (qui vista in orizzontale). Chiamata così perché somiglia a una coda di cavallo, è il fascio di nervi che, uscendo dalla parte terminale della colonna vertebrale, innerva gambe, zona anale e genitale.
La corrente elettrica prodotta dai nervi del corpo potrebbe accendere una lampadina.

Nel pancione non servono. Polmoni fetali: solo dopo la fine dell’ottavo mese di gravidanza i polmoni del feto sono pronti per funzionare. Una volta “adulti” introdurranno ben 5-6 litri di aria al minuto.
Tutto il sangue del corpo passa attraverso i polmoni circa una volta al minuto.

Cellule “immature”... ...ma ricche di potenziale. Le staminali hanno la capacità, completando il loro sviluppo, di trasformarsi in quasi ogni tipo di cellula adulta.

Impalcatura sensibile. Il midollo spinale è un cordone lungo 45 cm dal quale partono 31 paia di nervi che raggiungono tutto il corpo.
Toccando i piedi, si stimolano direttamente i genitali. Ecco perché queste “estremità” sono oggetto di feticismo.

Impronte sensibili. Sulla punta delle dita, ma anche sulle labbra e sugli organi genitali, abbiamo migliaia di corpuscoli di Meissner, responsabili della percezione tattile più fine.
Sulle palpebre, la pelle è spessa appena mezzo millimetro. Sulle braccia è 1,5 mm e sui piedi supera il mezzo centimetro.

Cuscinetto di protezione. La testa dell’omero, protetta dalla cartilagine, si inserisce nella cavità della spalla.

E fuori, il cielo. Come il diaframma di una macchina fotografica, la pupilla si allarga e si restringe per regolare la quantità di luce che entra nell’occhio. Ma non solo: si dilata anche se quello che vede è piacevole.

Divoratore benefico. Come un contorsionista, il macrofago (in bianco) elimina batteri, virus e corpi estranei inglobandoli al suo interno e, in seguito, degradandoli.

Assassino debellato. Il virus del vaiolo (in blu) attacca una cellula. L’ultimo caso nel mondo di questa malattia è stato diagnosticato nel 1977 e da allora la vaccinazione non è più obbligatoria.

Killer all’attacco. Il virus (in blu) dell’Hiv.
Guarda altri virus al microscopio.

Super ghiandola. L’ipofisi regola la quantità di molti ormoni: quelli della crescita, della produzione di latte dopo il parto, del ciclo mestruale e della produzione di liquido seminale.

Spugne rigide . La struttura spugnosa delle nostre ossa è in grado di sorreggere un peso enorme: a ogni passo, i femori sopportano una pressione di 844 kg per cm2.
Il 40% del peso del corpo è dato dai muscoli. E solo il 6% è costituito dalle ossa.

4 mesi di vita intensa. La nascita di un globulo rosso. Vivrà 4 mesi. In una sola goccia di sangue ve ne sono circa 5 milioni e trasportano ossigeno a tutto l’organismo.
30 novembre 2015
CONTENUTI CORRELATI