Scienze

Contratti anti-suicidio nella fabbrica cinese di iPhone

Decimo suicidio tra i dipendenti cinesi.

Dieci morti dall’inizio dell’anno. È questo il tragico record di Foxconn, fabbrica cinese che assembra prodotti super tecnologici per conto di giganti dell’informatica del calibro di Apple, Nokia e Dell. E le aziende adesso vogliono vederci chiaro.

“I dipendenti firmano una lettera in cui s'impegnano a non togliersi la vita”

Troppe morti – L’ultimo suicidio nella cinese Foxconn, sterminato complesso industriale di Shenzhen (nella Cina meridionale) dove lavorano oltre 300 mila persone, risale a ieri: un giovane dipendente di 19 anni si è lanciato da un balcone dopo appena 42 giorni di contratto. Il bilancio, in realtà è ben più tragico perché sono tredici i dipendenti che hanno tentato di togliersi la vita: 10 morti e 3 sopravvissuti.

Indagini in corso – E dopo la scia di sangue degli ultimi mesi è evidente che le condizioni di vita all'interno degli stabilimenti devono essere a dir poco disumane e la pressione psicologica alle stelle. C’è chi racconta di orari di lavoro estenuanti, pause per il pranzo inesistenti e riposo in dormitori. Non sorprende quindi l’annuncio di Apple, Nokia e Dell, principali "clienti" di Foxconn, di voler indagare a fondo su quanto sta succedendo in Cina.

Clausula anti-suicidio – Il primo provvedimento intrapreso da Foxconn fa però venire i brividi: far firmare a tutti i dipendenti una lettera in cui “promettono” di non suicidarsi e di non opporsi se l’azienda li spedisce in istituti psichiatriche non appena manifestano i primi segni di squilibrio mentale.

27 maggio 2010
Tag scienza - scienze -
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

Cento anni fa, il 10 giugno 1924, Giacomo Matteotti moriva trucidato per mano di sicari fascisti. In questo numero di Focus Storia ricostruiamo le fasi dell’agguato, la dinamica del delitto e le terribili modalità dell’occultamento del corpo. Ma anche le indagini, i depistaggi, il processo farsa e le conseguenze politiche che portarono l’Italia nel baratro della dittatura.

E ancora: quando, per prevenire gli avvelenamenti, al servizio di principi e papi c’erano gli assaggiatori; la vita spericolata e scandalosa dell’esploratore Sir Richard Burton; tutto sul D-Day, il giorno in cui in Normandia sbarcarono le truppe alleate per liberare l’Europa dal dominio nazista

ABBONATI A 29,90€

Un dossier sulla salute esplora i possibili scenari di un mondo senza sigarette, analizzando i vantaggi per la salute, l'ambiente e l'economia. Un'inchiesta sul ruolo dei genitori nell'educazione dei figli ci porta a riflettere sull'importanza delle figure genitoriali, con un focus sulla storia di Jannik Sinner.

Ampio spazio è dedicato alla scienza e alla tecnologia, con articoli sull'energia nucleare, i reattori nel mondo e un'intervista esclusiva a Roberto Cingolani sulla transizione energetica. Un viaggio nell'archeoastronomia ci svela come l'uomo abbia misurato il tempo attraverso i fenomeni celesti.

Non mancano approfondimenti sulla salute, con una guida completa sulla dengue e focus sulla caduta dei capelli, problema molto diffuso tra gli uomini. La sezione animali ci regala immagini sorprendenti di pinguini, primati e canguri.

ABBONATI A 31,90€
Follow us