Scienze

Continua l'ecatombe di api in Europa

Una nuova ricerca che ha interessato 17 Paesi europei e che secondo la Commissione Europea è il più dettagliata mai realizzato sull’argomento, ha messo in...

Una nuova ricerca che ha interessato 17 Paesi europei e che secondo la Commissione Europea è il più dettagliata mai realizzato sull’argomento, ha messo in luce che la moria di api è sempre più grave. Lo studio ha interessato 32.000 colonie di api che sono state studiate con i medesimi parametri. Il fenomeno dell’elevata mortalità interessa l’Europa intera, pur con gravità diversa, dalla Gran Bretagna fino ai Paesi mediterranei, Italia compresa. Secondo la studio, la mortalità dell'inverno appena trascorso è stata un’ecatombe in Belgio, dove ha ucciso il 33,6% delle colonie e in Gran Bretagna, dove ne sono morte il 29%. In Italia nel sono morte il 5%. Speranze per l'Italia Secondo i ricercatori la percentuale di morte delle colonie affinché le ripercussioni sulla loro sopravvivenza non diventino drammatiche deve essere inferiore al 10% e l’Italia, per fortuna, rientra in questo gruppo di nazioni, insieme a Grecia e Spagna. In ogni caso il problema è grave, tant’è che è stata indetta la campagna Bee Active! Attivi per le api, appena lanciata dal Consorzio nazionale apicoltori (Conapi), che per i prossimi mesi cercherà, attraverso una serie di iniziative sul territorio nazionale, di sensibilizzare al problema gli italiani. Ma la preoccupazione dei ricercatori non riguarda solo le api d’allevamento, ma anche quelle selvatiche, che sono anch’esse estremamente importanti per l’impollinazione. Circa il 70% delle piante che ci danno frutti dipende dal lavoro delle api. Anche se la vera causa della morte di una grande quantità di api risulta incerta, non c’è dubbio che una di esse sia da attribuire a certi pesticidi. È dall’anno scorso che, a tal riguardo, l’Unione Europea ha introdotto il divieto di quattro sostanze chimiche chiamate neonicotinoidi che sono utilizzati nei pesticidi. [Leggi
I pesticidi comunque, non sarebbero l’unica causa della moria di api, in quanto alcune ipotesi imputano il fenomeno alle variazioni climatiche in atto sulla Terra. Qui sotto la tabella che mostra il tasso di mortalità nei Paesi europei durante l'inverno appena trascorso.
Da sapere

8 aprile 2014 Luigi Bignami
Ora in Edicola
Scopri il mondo Focus. Ogni mese in edicola potrai scegliere la rivista che più di appassiona. Focus il magazine di divulgazione scientifica più letto in Italia, Focus Storia per conoscere la storia in modo nuovo ed avvincente e Focus Domande & Risposte per chi ama l'intrattenimento curioso e intelligente.

L’incredibile vita di Guglielmo Marconi, lo scienziato-imprenditore al quale dobbiamo Gps, Wi-Fi, Internet, telefonia mobile… Per i 150 anni della sua nascita, lo ricordiamo seguendolo nelle sue invenzioni ma anche attraverso i ricordi dei suoi eredi. E ancora: come ci si separava quando non c’era il divorzio; il massacro dei Tutsi da parte degli Hutu nel 1994; Marco De Paolis, il magistrato che per 15 anni ha indagato sui crimini dei nazisti; tutte le volte che le monarchie si sono salvate grazie alla reggenza.

ABBONATI A 29,90€

Nutritivo, dinamico, protettivo: il latte materno è un alimento speciale. E non solo quello umano. Molti mammiferi producono latte, con caratteristiche nutrizionali e di digeribilità diverse. Ma qual è il percorso evolutivo che ha portato alla caratteristica più "mammifera" di tutte? Inoltre, ICub è stato testato per interagire con bambini autistici; quali sono i rimedi tecnologi allo studio per disinnescare il pericolo di alluvioni; all’Irbim di Messina si studia come ripulire il mare dagli idrocarburi; la ricerca delle velocità più estreme per raggiungere lo spazio e per colpire in guerra; il cinguettio degli uccelli e ai suoi molteplici significati.

ABBONATI A 31,90€
Follow us